rotate-mobile
Cronaca Rosignano Marittimo

Casa della Salute Rosignano, la denuncia di Usb: "Assistente sociale minacciata, adesso basta"

Il sindaco: "Occorre garantire la sicurezza dei lavoratori, non si può andare avanti così"

Ancora un'aggressione alla Casa della Salute di Rosignano. Dopo quanto avvenuto ad agosto con un 70enne che aveva aggredito con un coltello un'assistente sociale, l'Unione sindacale di base denuncia una nuova aggressione nella struttura di via Aldo Moro: "Qualche giorno fa un utente si è introdotto nel distretto riuscendo ad arrivare facilmente al primo piano e minacciando ancora una volta un'assistente sociale. Parliamo di un luogo che solo negli orari di apertura Cup, quindi principalmente la mattina, vede la presenza di una guardia giurata. Nel pomeriggio i lavoratori e le lavoratrici si trovano ad essere soli".

"Nella Casa della Salute - continua il sindacato - è facile accedere e non vi è alcun controllo all'ingresso. I tagli sistemativi ai servizi sanitari e al personale, il crescente disagio sociale rendono sempre più frequenti casi di aggressione, anche fisica, ai lavoratori e all'utenza, mettendo oltretutto a rischio anche le strutture stesse e il materiale presente. Chiediamo che la presenza di una guardia giurata sia estesa anche durante i pomeriggi e tutti gli orari di apertura". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa della Salute Rosignano, la denuncia di Usb: "Assistente sociale minacciata, adesso basta"

LivornoToday è in caricamento