rotate-mobile
Cronaca Campiglia Marittima

Venturina, anziano raggirato e convinto a sborsare 2.500 euro per riscattare una presunta eredità milionaria: denunciata una coppia

L'uomo era stato persuaso di essere l'erede di un ricco parente e di dover pagare una piccola cifra in confronto al patrimonio sul quale avrebbe messo le mani di lì a poco. I carabinieri sono riusciti a risalire agli autori della truffa

I carabinieri di Venturina Terme nei giorni scorsi sono riusciti a risalire e a denunciare una coppia di pregiudicati identificati quali presunti autori di una truffa ai danni di un pensionato residente nella frazione del comune di Campiglia Marittima. Secondo quanto ricostruito dai militari dopo una serie di accertamenti e indagini, l'anziano era stato contattato attraverso un noto social network e indotto a credere di essere l’unico erede di un ricco parente, per altro in fin di vita a causa di una malattia terminale e dunque in procinto di lasciargli un patrimonio di centinaia di migliaia di euro.

Per superare l’iniziale e comprensibile incredulità del pensionato, i due truffatori hanno quindi simulato una telefonata da parte di un avvocato incaricato di perfezionare le pratiche burocratiche finalizzate proprio a "sbloccare" l’eredità del ricco parente. Ed è stato proprio credendo al sedicente legale che l'uomo si è convinto a effettuare alcuni versamenti a favore di carte prepagate per titoli di imposte e bolli, nonché bonifici bancari per una somma complessiva di 2.500 euro. Niente, in pratica, rispetto a quanto avrebbe riscattato di lì a poco, ma all’ennesimo bonifico richiesto la banca del pensionato ha allertato i carabinieri che hanno messo fine al raggiro risalendo agli intestatari del conto e delle carte prepagate, denunciati infine all'autorità giudiziaria

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venturina, anziano raggirato e convinto a sborsare 2.500 euro per riscattare una presunta eredità milionaria: denunciata una coppia

LivornoToday è in caricamento