Cronaca

Evade dai domiciliari tentando la fuga dal balcone, ma i poliziotti sono sotto casa ad aspettarlo: 18enne in carcere

Il giovane, che ha trasgredito la misura cautelare in più occasioni, si trovava a casa del padre quando è stato sorpreso dagli agenti

Ha tentato di calarsi dal balcone per eludere un controllo della polizia che lo aveva sorpreso a non rispettare gli arresti domiciliari, ma è caduto proprio dove lo stavano aspettando gli agenti che così, nel pomeriggio di sabato 25 settembre, hanno condotto in carcere un 18enne livornese. Il giovane, autore di numerosi reati contro il patrimonio soprattutto in materia di furti e ricettazione, nel luglio 2021 era stato sottoposto all'obbligo di dimora nel Comune di Livorno, con prescrizione di non allontanarsi dal domicilio nelle ore notturne. La misura è stata poi trasformata successivamente in quella degli arresti domiciliari, date le continue inottemperanze. 

Tuttavia il 18enne è spesso risultato assente durante i vari controlli e quindi il tribunale di Livorno ha disposto per lui la custodia cautelare in carcere. Così nel pomeriggio di sabato gli agenti si sono recati nell'abitazione del giovane per notificargli la nuova misura senza tuttavia trovarlo in casa. Rintracciato poco dopo dal padre, il ragazzo, mentre i poliziotti suonavano il campanello, ha tentato di darsi alla fuga calandosi dal terrazzo dell'appartamento posto al primo piano. Il suo però è rimasto solo un tentativo poiché è caduto tra le braccia di altri operatori della squadra mobile che, avendo previsto tale gesto, lo aspettavano proprio sotto al balcone. Il 18enne, accompagnato alle Sughere, è stato nuovamente indagato per evasione poiché si era allontanato arbitrariamente dal luogo in cui era sottoposto agli arresti domiciliari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari tentando la fuga dal balcone, ma i poliziotti sono sotto casa ad aspettarlo: 18enne in carcere

LivornoToday è in caricamento