rotate-mobile
Cronaca

Taglia il braccialetto elettronico ed evade dai domiciliari: giovane arrestato e condotto in carcere

Il ragazzo, che stava per prendere un treno direzione Milano, è stato fermato dagli agenti della polizia ferroviaria dopo un breve inseguimento in scooter

Un ragazzo poco più che ventenne è stato arrestato nel pomeriggio di domenica 3 aprile per essere evaso dagli arresti domiciliari. Il giovane è stato fermato per un normale controllo alla stazione dalla polizia ferroviaria ma dopo aver consegnato i documenti ha spinto gli agenti e si è dato a una precipitosa fuga in direzione del centro cittadino. Con l'aiuto di un passante, che ha offerto un passaggio in scooter ad uno degli operatori di polizia, il giovane è stato raggiunto e fermato. 

I successivi accertamenti hanno consentito di comprendere le ragioni della fuga. Il 20enne infatti era agli arresti domiciliari per spaccio ma era evaso tagliando il braccialetto elettronico e portando con sé una cospicua somma di denaro. La sua intenzione, stando a quanto ricostruito, era quella di prendere un treno per Milano e rendersi irreperibile. Il braccialetto rotto è stato recuperato dai poliziotti nell'abitazione del giovane che, successivamente, è stato condotto in carcere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglia il braccialetto elettronico ed evade dai domiciliari: giovane arrestato e condotto in carcere

LivornoToday è in caricamento