Vende il Suv a 500 euro per eludere il fisco, condannato imprenditore livornese

L'uomo è accusato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Decisive le indagini condotte dalla guardia di finanza

Un imprenditore livornese di 71 anni è stato condannato dal tribunale di Livorno a un anno di reclusione per "sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte". L'uomo, come riportato dalla guardia di finanza, era già conosciuto per altre condanne definitive per reati tributari e fallimentari legati alla gestione di strutture turistiche e immobiliari sulla costa degli Etruschi. A far luce sui suoi comportamenti illeciti realizzati sono state le fiamme gialle che, sotto la direzione della Procura della Repubblica, hanno quantificato l'effettiva ricchezza prodotta e nascosta al Fisco da parte dell'imprenditore.

Il 71enne, appassionato di auto di lusso, aveva simulato la vendita di un costoso Suv (cilindrata superiore a 6000 cm3) al prezzo simbolico di 500 euro al fine di eluderne la confisca. La vettura, dal valore di decine di migliaia di euro, tuttavia era stata colpita da fermo amministrativo. L'acquirente della macchina era stata una società di "comodo", rappresentata da un livornese di 52 anni. L'atto di vendita era stato realizzato, specificano le fiamme gialle, all'insaputa dell'effettivo amministratore della società acquirente, mediante la falsificazione della sua firma e l'utilizzo dei suoi ex documenti personali. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma in via Magenta, muore a 61 anni dopo aver accusato un malore al bar

  • Tragedia in via del Collegio, operaio muore a 55 anni cadendo da una scala

  • Via Montebello, violento scontro tra due scooter: quattro feriti

  • Mika, trovato il chitarrista livornese per il live al Pala Modigliani: "E giovedì visiterò la vostra città". Video

  • Mika cerca un chitarrista per il concerto a Livorno del 2 dicembre: come fare domanda

Torna su
LivornoToday è in caricamento