rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

Stabilimenti balneari tra Livorno e Pisa nel mirino della Finanza: 400mila euro di tributi non pagati tra Imu, Tari e concessioni demaniali

Questo è quanto risulta dalle indagini della stazione navale delle Fiamme gialle

Oltre 400mila di tributi non versati nelle casse degli enti locali. Questo è quanto risulta dalle indagini condotte dalla stazione navale della Guardia di finanza tra gli stabilimenti balneari di Livorno e Pisa, la maggior parte dei quali nella zona tra Calambrone, Tirrenia e Marina di Pisa. Un quadro che emerge nell'ambito di un'ampia attività di servizio nei settori della tutela del demanio marittimo e il corretto assolvimento dei tributi locali in collaborazione e in supporto ai Comuni.

Lavoro nero, scoperti 246 casi in un anno. La Finanza: "Importante tutelare chi rispetta le regole"

Nello specifico i controlli hanno riguardato il rispetto delle concessioni demaniali marittime e il corretto versamento degli importi relativi al canone di concessione marittimo, nonché il pagamento dei tributi locali quali Imu, Tari e imposta regionale. È stato quindi constatato il mancato pagamento dell'Imu per un totale di 115mila euro, della Tari per oltre 210mila euro e il mancato versamento dei canoni demaniali sui beni del demanio marittimo in concessione per oltre 100mila euro. Un'operazione che conferma l'impegno quotidiano delle Fiamme gialle a tutela dei bilanci pubblici locali.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilimenti balneari tra Livorno e Pisa nel mirino della Finanza: 400mila euro di tributi non pagati tra Imu, Tari e concessioni demaniali

LivornoToday è in caricamento