Fase 2 Livorno, incontro tra Comune e Provincia sulla mobilità: "Sì alla realizzazione di percorsi ciclabili di emergenza"

L'assessore Cepparello: "Occorre anche rivedere i piani per gli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola"

Incentivare l'uso della bicicletta anche con la creazione di percorsi ciclabili di emergenza e riorganizzare i piani di spostamento casa-scuola e casa-lavoro. Questo, in estrema sintesi, il riassunto di quanto emerso dall'incontro, avvenuto nella mattina dell'8 maggio, tra Comune, Provincia e mobility manager. L'obiettivo, come già aveva annunciato l'assessore alla Mobilità Giovanna Cepparello, è stato quello di ripensare al trasporto in città, capendo le esigenze e le criticità anche grazie alla diffusione di un "questionario Covid" che presto sarà distribuito nelle scuole e nelle aziende. 

Al meeting, avvenuto online, oltre ai rappresentati delle istituzioni erano presenti Asa, teatro Goldoni, Accademia navale , liceo Cecioni, scuole Bartolena e Simurg. Tutti i soggetti, come sottolineato dall'amministrazione, si sono dimostrati collaborativi ed hanno dato la propria disponibilità ad una collaborazione fattiva e celere. Il prossimo appuntamento tra 15 giorni per fare il punto della situazione ed attivare azioni mirate da realizzare in tempi molto brevi.

cepparello pums (2)-2

Fase 2, Cepparello sulla mobilità: "Rivedere i piani di spostamento casa-lavoro e casa-scuola"

L'assessore spiega in che direzione dovrà andare la mobilità durante la convivenza con il Coronavirus: "I piani di spostamento casa-lavoro e casa-scuola devono essere ripensati, in relazione al fatto che il trasporto pubblico non potrà garantire per molto tempo la capienza consueta ed è impensabile sostituirlo con la vettura. È necessario favorire soluzioni di trasporto alternativo a ridotto impatto ambientale usando biciclette e mobilità dolce, anche alla luce di incentivi ministeriali per l'acquisto di questi mezzi, come affermato dal ministra De Micheli. Abbiamo pensato di effettuare, in tempi brevissimi, un sondaggio in forma di questionario da diffondere nelle aziende e nelle scuole per sondare gli spostamenti e capire le esigenze. In Comune – conclude Cepparello – abbiamo attivato un tavolo di lavoro per gestire l'emergenza mobilità, in linea con le direttive dell'Anci, anche per la realizzazione di percorsi ciclabili di emergenza, delimitati con strisce da cantiere in giallo e di bike-line". 

"Iniziative sulla mobilità già attiviate prima del Coronavirus"

La Provincia, come dichiarato dalla presidente Marida Bessi, metterà a disposizione le competenze tecniche dell'ufficio territoriale della mobilità, con il suo mobility manager di area e l'osservatorio provinciale della mobilità, che stanno lavorando alla realizzazione del Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums) provinciale. "La Provincia – spiega Irene Nicotra, responsabile del servizio sviluppo strategico – è già attiva con il coordinamento di numerose iniziative e progetti sulla mobilità messi in campo in tempi antecedenti all’emergenza, i cui risultati adesso risultano preziosi. Basti pensare alla diffusione delle bici a pedalata assistita, alla promozione del car pooling aziendale, alla formazione dei mobility manager aziendali e scolastici". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio ghiaccio e temperature sotto zero: a Livorno è allerta meteo per martedì 12 gennaio

  • Coronavirus, l'annuncio di Giani: "La Toscana resta in zona gialla". Novità sugli spostamenti tra regioni, musei e asporto

  • Coronavirus: 79 positivi tra Livorno e provincia, 379 in Toscana. Il bollettino di lunedì 11 gennaio

  • Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Gli aggiornamenti della sessione invernale

  • Allerta meteo a Livorno, codice giallo per rischio neve e ghiaccio nella notte tra sabato e domenica 17 gennaio

  • Livorno in crisi, Dal Canto si sfoga: "L'unico obiettivo è evitare l'ultimo posto. Mercato? Non viene niente"

Torna su
LivornoToday è in caricamento