menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fase 2 Livorno, Fratelli d'Italia segnala negozio che vende prodotti non autorizzati: "Tutti devono rispettare le regole"

La denuncia della dirigente nazionale Paola Nucci e del coordinatore comunale Andrea Romiti: "Al fianco delle persone oneste"

La Fase 2 ha visto la riapertura di alcune attività, ma molti negozi sono ancora chiusi e impossibilitati a lavorare. Le partite Iva sono scese in piazza nella giornata di ieri, lunedì 4 maggio, per chiedere di poter riaprire e, insieme al sindaco, hanno inviato una lettera al presidente della Regione e al ministro dell'Economia per chiedere l'anno fiscale bianco. Per vedere con i propri occhi se i negozi stanno rispettando quanto stabilito dal Governo, alcuni esponenti di Fratelli d'Italia assieme alla dirigente nazionale Paola Nucci e al coordinatore comunale Andrea Romiti hanno segnalato alla guardia di finanza che un negozio gestito da stranieri in centro, nonostante i divieti in corso, vendeva prodotti con codice Ateco non consentito (scarpe da adulto, maglie, calzini).  "Siamo a fianco delle persone oneste che lavorano - hanno dichiarato gli esponenti di FdI - ed è giusto far rispettare le norme imposte nel Dpcm. Tutti si devono attenere alle regole per far ripartire l'economia al più presto". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento