Cronaca

Fase 2 Toscana, dal 1 maggio via libera all'attività motoria all'aperto: l'ordinanza della Regione

Oltre allo svolgimento in forma individuale, saranno consentite attività a piedi o in bicicletta a genitori con i propri figli minori, accompagnatori di persone non completamente autosufficienti e ai residenti nella stessa abitazione

Via libera all'attività motoria a piedi o in bicicletta all'interno del proprio comune già da venerdì 1 maggio. Questo quanto stabilito da una nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Enrico Rossi nella giornata di mercoledì 29 aprile d'intesa con Anci Toscana e Upi Toscana. Le attività, che dovranno iniziare e concludersi presso la propria abitazione, saranno possibili in forma individuale o da parte di genitori con i propri figli minori, accompagnatori di persone non completamente autosufficienti o residenti nella stessa dimora. In questi casi non sarà necessario mantenere il distanziamento sociale, che resta invece obbligatorio verso tutti gli altri. L'ordinanza, infine, chiarisce che per praticare le attività motorie non saranno consentiti gli spostamenti attraverso l'uso di mezzi pubblici o privati.

Attenzione all'ordinanza fake che vieta attività motoria e passeggiate

Rossi: "Preparare per gradi una nuova normalità"

 "È una misura che avevo annunciato - commenta il presidente Rossi - e che ha un obiettivo importante: aiutare tutti noi a preparare, per gradi e con cautela, una nuova normalità. Dovremo convivere a lungo con il virus, bisogna farlo nella massima sicurezza possibile, con dignità e umanità. E soprattutto nel segno della responsabilità: ce ne vorrà di più, nell'immediato futuro. Sarà fondamentale rispettare le norme generali su autocertificazione, distanziamento sociale e uso delle mascherine".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fase 2 Toscana, dal 1 maggio via libera all'attività motoria all'aperto: l'ordinanza della Regione

LivornoToday è in caricamento