menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa della Liberazione, tricolore alle finestre per il 25 aprile: le celebrazioni in forma ridotta

Il sindaco Salvetti si recherà, sabato mattina alle 11, al Monumento ai caduti in guerra con i presidenti delle associazioni di resistenza e dei partigiani

Nonostante l'emergenza coronavirus, le manifestazioni per il 25 aprile, giornata in cui si celebra il 75° anniversario della Liberazione dal nazifascismo, non si fermano anche se avranno luogo in forma ridotta. Le cerimonie pubbliche, infatti, saranno ricalibrate per poter rispettare le misure di sicurezza, come chiesto anche dal Prefetto Gianfranco Tomao alle amministrazioni del livornese, e prevedaranno la presenza di un numero minimo di partecipanti.

25 aprile, il programma delle celebrazioni: tricolore alle finestre e divieto di assembramenti

Il sindaco Luca Salvetti ha dato appuntamento, sabato mattina alle 11, in Piazza della Vittoria al Monumento ai caduti in guerra, a una rappresentanza delle associazioni di resistenza e dei partigiani, limitata ai soli presidenti. Insieme, nel rispetto delle distanze obbligatorie e con le dovute precauzioni, procederanno con un un breve saluto e si recheranno poi a piedi verso il Bassorilievo del Partigiano in via Ernesto Rossi. Le tradizionali corone di alloro verranno collocate sia al monumento in piazza della Vittoria che al Bassorilievo al Partigiano, prima della cerimonia. L'iniziativa sarà svolta escludendo qualsiasi forma di assembramento e a tale proposito verrà garantito un apposito servizio da parte della polizia municipale. Il Comune ha inoltre aderito alla proposta del comitato provinciale dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (ANPI) a nome anche delle associazioni cittadine dell'antifascismo e della Resistenza, che prevede l'esposizione del tricolore della Repubblica con una scritta inneggiante al 25 aprile all'esterno delle proprie abitazioni.

La Provincia: "Necessario richiamare il valore fondamentale della solidarietà"

Su proposta di Istoreco, sul sito del Comune sarà inserito, il 25 aprile stesso, il discorso registrato dello storico Enrico Acciai (Università di Roma) che avrebbe dovuto avere luogo nella Sala delle Cerimonie in occasione dell'anniversario. In questo modo i cittadini potranno avere a disposizione una riflessione significativa sul valore di questa fondamentale ricorrenza democratica. "Anche l'amministrazione provinciale ha aderito con convinzione all'iniziativa dell'Istoreco con il proprio patrocinio - dichiara la presidente della Provincia di Livorno Maria Ida Bessi -  e in tal senso auspico che anche gli altri comuni del nostro territorio vogliano aderirvi. In un momento in cui non è possibile celebrare pubblicamente questa ricorrenza così importante per la storia del nostro Paese e della nostra democrazia, credo sia opportuno richiamarne il valore fondamentale della solidarietà, che in questi giorni ritroviamo in chi si è messo al servizio delle comunità e di chi sta soffrendo nonché nelle tantissime iniziative di solidarietà messe in piedi dalle associazioni di volontariato e da tanti singoli, per aiutare chi in questo momento è più in difficoltà". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festival di Sanremo, Ibrahimovic in ritardo alla terza serata: "Bloccato in autostrada, accompagnato da un motociclista diretto a Livorno". Video

Attualità

Ultimo concerto, il grido disperato dei Live Club sul palco del Festival di Sanremo: "Senza di noi le città sono più brutte e vuote"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
LivornoToday è in caricamento