Pulizia dei fossi, i sommozzatori di un'azienda livornese si offrono volontari: "I canali tornino al loro antico splendore"

Omar Alex Melani, titolare della Hydra: "Io e il mio staff ci mettiamo a disposizione per restituire ai cittadini, una volta finita la quarantena, lo scenario che meritano"

La diminuzione del passaggio delle barche a causa dei vari decreti emessi dal Governo per contrastare il Coronavirus, la bassa marea e le belle giornate di sole stanno permettendo ai livornesi, in particolare agli abitanti della Venezia, di riscoprire la bellezza dei fossi. Sono tantissime le foto postate sui vari social dove i canali medicei vengono descritti "più belli che mai". Tutto questo però fa da contraltare con quanto emerge dai fondali: rottami di biciclette, pneumatici, bicchieri e rifiuti che qualche incivile vi ha gettato nel corso degli anni e che lì sono rimasti. Uno scenario al quale il titolare della Hydra Sommozzatori, Omar Alex Melani, operatore tecnico subacqueo qualificato nonché presidente dell'Osservatorio marittimo e subacqueo sito sugli scali delle Cantine, vuol porre rimedio: "Ho deciso di offrirmi volontario, insieme al mio staff, per ripulire i fossi, restituendo loro il fascino che meritano".

Omar Alex Melani

Un'idea intrigante per la quale però servono i dovuti permessi: "Quanto ho in mente non può avvenire senza l'autorizzazione dell'Autorità portuale e il supporto del sindaco e delle aziende per lo smaltimento di rifiuti. Vogliamo sfruttare questa quarantena e approfittare del fatto che ci sono meno imbarcazioni lungo i canali per far ritrovare ai livornesi, una volta finita l'emergenza Coronavirus, dei fossi più belli e praticabili. Purtroppo non ci sono tanti sommozzatori e spesso il nostro mestiere rimane dentro un alone di mistero, ma siamo presenti e il nostro lavoro è duro, faticoso e richiede una certa professionalità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa fino al 4 dicembre, Giani: "Ancora un po' di pazienza, poi fino a Natale in zona arancione o gialla"

Torna su
LivornoToday è in caricamento