Cronaca Cecina

Folla commossa ai funerali di Zazzeri, i figli: "Orgogliosi del nostro babbo"

In centinaia hanno riempito il Duomo di Cecina per dire addio al grande chef. Andrea e Daniele: "Il futuro è stare insieme e divertirsi, lui avrebbe voluto così"

Luciano Zazzeri non era soltanto uno grande chef. Luciano Zazzeri era soprattutto un grandissimo uomo, amato dalla gente per i suoi modi gentili e assolutamente spontanei. La folla che ha gremito il Duomo di Cecina per dargli l'ultimo saluto ne è la prova. Un migliaio gli amici accorsi martedì 19 marzo per rendere omaggio a una persona che aveva fatto del voler stare insieme alla gente il suo stile di vita. Non a caso, nella sua omelia Monsignor Marco Fabbri ha voluto ricordare come "una chiesa così gremita è la prova del bene che Luciano voleva alla gente perché si è fatto amare sì per la sua cucina, ma anche per il suo modo di essere". "Questo luogo stracolmo di persone - ha quindi aggiunto Monsignor Fabbri rivolto ai figli di Luciano, Andrea e Daniele - dovete custodirlo nel vostro cuore. Nel Vangelo si parla di un banchetto di nozze e adesso vogliamo pensare che Luciano stia cucinando per il Signore. Noi ci salutiamo qui nell'attesa di ritrovarci presto a mangiare ancora insieme". 

Folla commossa per i funerali di Luciano Zazzeri

Andrea e Daniele: "Stare insieme e divertirsi, come voleva lui. Il futuro è questo"

Parole che hanno profondamente toccato una folla commossa. Svuotati i genitori di Luciano, seduti dalla parte opposta dei nipoti e con lo sguardo completamente assente, il ricordo della famiglia è stato affidato ai figli Andrea e Daniele, stretti nel dolore insieme alle mogli e al personale de La Pineta. Parole semplici ma dirette, proprio come era Luciano: "Vogliamo dire soltanto una cosa: vi ringraziamo tutti quanti, molti per essere qui hanno fatto anche un viaggio lungo. Vediamo che ci sono amici da tutta Italia e forse anche da fuori. Vi vogliamo tanto bene e so che voi ne volevate a lui. Cerchiamo di stringerci tutti insieme in un abbraccio e basta, di avere solo pensieri positivi. Di ricordarcelo così come era lui, una persona che voleva sempre il sorriso da tutti". "Un brindisi, uno scherzo, una barzelletta, stare insieme e divertirsi: il futuro è questo. Lui avrebbe voluto così. E ricordiamocelo solo per quello che ha fatto, ha lasciato, ha insegnato a ognuno di voi e noi, nel piccolo o nel grande. Siamo molto orgogliosi del nostro babbo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folla commossa ai funerali di Zazzeri, i figli: "Orgogliosi del nostro babbo"
LivornoToday è in caricamento