rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca

Furti di motorini e negozi saccheggiati: arrestati 5 minorenni di cui tre livornesi

Operazione congiunta di polizia e carabinieri. I giovani sono stati rintracciati grazie alle telecamere di sorveglianza comunali e delle attività commerciali

Cinque minorenni (due livornesi del 2005, uno del 2007, una francese e un bulgaro di 17 anni) sono stati arrestati per furti di motorini e ai danni di attività commerciali del centro città al termine di un'operazione congiunta della squadra mobile di Livorno e dei carabinieri del Norm. I giovani, spesso in concorso tra loro, sono stati ritenuti responsabili di numerose "spaccate" eseguite con mattoni e mazze di ferro ai danni di diversi negozi dai quali sono riusciti a rubare soldi e merce varie rinvenuta poi nelle loro abitazioni. I colpi messi a segno sarebbero: 

  • lavanderia "Ecowash" (15 gennaio 2022) dove erano state forzate le macchinette per la vendita dei detersivi; 
  • gelateria "Latte & Co" (28 e 29 gennaio 2022): dopo aver forzato la saracinesca sono stati rubati il fondo cassa, un tablet e merce varia; 
  • ristorante "Sakura" (30 gennaio 2022): dopo aver forzato la porta della cucina è stato rubato un IPhone poi restituito alla legittima proprietaria;
  • tabaccheria "Novi" (21 febbraio 2022): rubati Gratta e vinci per 1.700 euro e pacchetti di sigarette per 4.200 euro. 

La conferenza di carabinieri e polizia-2

I due livornesi 17enni inoltre sono accusati di aver rubato, forzandone il bloccasterzo, diversi scooter parcheggiati in varie zone della città. Uno dei due è indagato anche per resistenza a pubblico ufficiale poiché notato da un agente alla guida di un mezzo rubato per sottrarsi al controllo avrebbe tentato di fuggire con una condotta ritenuta "assai pericolosa" terminata con la caduta da parte del ragazzo. 

A seguito delle indagini per le quali è stata fondamentale la visione delle telecamere di sicurezza dei negozi e quelle comunali, l'autorità giudiziaria ha disposto nei confronti dei livornesi del 2005 la custodia cautelare in carcere, il giovane bulgaro e l'altro livornese sono stati accompagnati in due comunità minorili mentre per il 17enne francese è scattato l'obbligo di dimora con possibilità di uscire solamente per svolgere un corso formativo o scolastico e un'attività di volontariato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di motorini e negozi saccheggiati: arrestati 5 minorenni di cui tre livornesi

LivornoToday è in caricamento