Furto al distributore di benzina, poi la fuga a bordo di uno scooter rubato: fermati e arrestati padre e figlio minorenne

I due, denunciati per ricettazione, sono stati bloccati dai carabinieri e trovati in possesso di numerosi oggetti atti allo scasso

Sono stati fermati a bordo di uno scooter rubato subito dopo aver commesso un furto ai danni di un distributore di benzina e per questo sono stati denunciati e arrestati. I due, padre 50enne e figlio 17enne, sono stati bloccati, nella notte del 13 novembre, dai carabinieri mentre cercavano di allontanarsi da un distributore nei pressi di Barriera Roma al quale, dopo aver sfondato la finestra dell'ufficio, avevano asportato il registratore di cassa con 1.400 euro all'interno. La successiva perquisizione ha permesso ai militari dell'Arma di rinvenire addosso chiavi alterate e grimaldelli. Dai successivi accertamenti è emerso che il motorino fosse stato rubato nei giorni precedenti. L'uomo e il minorenne sono stati quindi arrestati per furto aggravato e denunciati per ricettazione e possesso ingiustificati di oggetti atti allo scasso. Per il padre il gip del tribunale di Livorno ha disposto l'obbligo di dimora nel comune di Livorno mentre il figlio è stato accompagnato nella carcere minorile di Firenze. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

Torna su
LivornoToday è in caricamento