Furto alla pasticceria "Libeccio", rubato il registratore di cassa. Il titolare: "Gesto vergognoso"

I ladri sono entrati nel negozio forzando la saracinesca. Lo sfogo di Gianluca Ozia: "Spregevole prendere di mira le attività in un momento delicato come quello che stiamo vivendo"

"Subire un furto in una situazione del genere lo trovo vergognoso". Inizia così lo sfogo di Gianluca Ozia, titolare della pasticceria "Libeccio" in via delle Sorgenti che, nella notte tra domenica 15 e lunedì 16 marzo, è stata presa di mira da alcuni malviventi i quali, come testimonia un video messo dallo stesso Ozia sui social, hanno sfondato la saranicesca e la porta di ingresso per rubare il fondo cassa. Ad avvisare l'uomo è stato il proprietario di un negozio vicino: "Subire un furto ora ti mette ancora di più in ginocchio. Onestamente devo ammettere che non ci sentiamo tutelati perché se dobbiamo rimanere in casa e chiudere le attività ci vogliono più controlli". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In genere - continua la sfogo di Ozia -, noi riforniamo 120 bar della città che al momento hanno le saracinesche abbassate così come noi. Questa situazione, ovviamente, sta avendo ripercussioni sia sulla nostra attività che suoi nostri 12 dipendenti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il titolare della pasticceria è deluso anche perché, fin da quando ha aperto, ha sempre cercato di aiutare la cittadinanza: "Il giorno dopo l'uscita del decreto ho deciso di regalare tutti i prodotti che ormai avevo preparato alle varie associazioni di volontariato della città, come segno di vicinanza per tutto quello fanno. Ripeto che condanno fermamente quanto subito e spero che chi abbia compiuto questo gesto ignobile si penta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ghiomelli Garden, a Le Torri riapre il villaggio di Natale. Il titolare: "Felici e commossi, grazie ai clienti per l'affetto"

  • Tragedia alla Rosa, accusa un malore e muore a 56 anni davanti al marito

  • Piombino, violenta e deruba una 70enne sulla spiaggia: arrestato 35enne

  • Coronavirus, non rispettano l'isolamento fiduciario e passeggiano per strada: denunciati padre e figlia

  • "L'Italia a morsi", Chiara Maci sbarca al Mercato Centrale di Livorno alla scoperta dei sapori della tradizione

  • Livorno, inizia l'era di Giorgio Heller: "Piazza importante, pronti a rinforzare la squadra. Le pendenze? Saranno saldate"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento