rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Piscine comunali, in arrivo la gara per la gestione unica degli impianti: 1,8 milioni di euro per 24 mesi

Dalla procedura emergerà la società che per 1 anno, con eventuale proroga di altri 12 mesi, gestirà la struttura di via Allende e il complesso sportivo di via Mastacchi

È in arrivo il bando per la gestione unica delle piscine comunali livornesi Camalich-Neri e Bastia. In vista delle scadenze del rinnovo dell'appalto della Virtus Buonconvento, infatti, previste nel caso dell'impianto di via Allende per il 31 luglio e nel caso del complesso sportivo di via Mastacchi per il 15 dello stesso mese, l'amministrazione labronica ha messo a punto la documentazione propedeutica alla pubblicazione per la gestione unica delle strutture, un obiettivo che lo stesso sindaco Luca Salvetti nei mesi scorsi aveva dichiarato di voler raggiungere. Il bando, il cui schema è stato approvato nei giorni scorsi con relativa determina a contrarre, prevede una gestione di 12 mesi prorogabile per altri 12, con una base di gara da circa 78mila oltre Iva al mese, che nel complesso significa 1,8 milioni di euro per due anni (930mila euro più 933mila l'anno successivo, tra gestione, pulizia, manutenzione e costi). 

Piscine comunali, saranno reintegrati i 15 dipendenti di Officine dello Sport in cassa integrazione

Una gara, quella che si concluderà con l'affidamento degli impianti, necessaria "per non interrompere l'erogazione di un servizio di fondamentale interesse nell'ambito sociale - si legge nella determina dirigenziale 4054 di ieri, giovedì 23 giugno - ed in quello della promozione sportiva garantendo primariamente alla cittadinanza la continuità dell'utilizzo delle piscine e della palestra e il conseguente mantenimento in efficienza di entrambi gli impianti senza alcun tipo di interruzioni".

Prevista anche una clausola sociale per gli attuali 14 dipendenti a tempo indeterminato 

Alla società che si aggiudicherà la gestione unica degli impianti verrà richiesto di programmare e coordinare l'attività sportiva agonistica e, per quanto riguarda le piscine, il nuoto libero e i corsi di pre-parto, infanzia, ragazzi, età adulta e fitness. Nello schema di contratto è inclusa anche la clausola sociale riguardanti gli attuali 14 dipendenti a tempo indeterminato, ovvero "la presa in carico dei lavoratori e delle lavoratrici già operanti nel servizio costituisca una forma di capitalizzazione dell’esperienza acquisita garantendo continuità nell’erogazione dei servizi, e nel contempo risponda all'esigenza di consolidare gli attuali livelli occupazionali e condizioni contrattuali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piscine comunali, in arrivo la gara per la gestione unica degli impianti: 1,8 milioni di euro per 24 mesi

LivornoToday è in caricamento