rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Addio a Gino Barzacchi, è morto a 70 anni il re del natural body building: una vita tra sport, cinema e libri

Più volte campione italiano, partito da Livorno ha conquistato anche New York. Negli anni '70 è stato attore in diversi film oltre che scrittore di un romanzo e della sua autobiografia

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI LIVORNOTODAY

Campione italiano di natural body building, attore, scrittore, personal trainer e un "maestro di vita". Tutto questo era Gino Barzacchi, autentica icona e re indiscusso del culturismo 'naturale' morto nella sera di lunedì 27 maggio a 70 anni. Una lunghissima carriera quella del classe 1954 iniziata nella sua Livorno e proseguita in giro per il mondo, alla conquista dei palchi più importanti del continente tra qui quello di New York dove nel 1990 si piazzò sesto al World Natural Body Building. Il filo conduttore dell'attività di Barzacchi è sempre stato la lotta al doping e in più di un'intervista ha sempre sottolineato come il suo fisico fosse stato plasmato attraverso "il duro lavoro" e gli "allenamenti costanti" che lo avevano portato anche a brevettare la cosiddetta "panca Barzacchi". 

446805703_2778033922346100_7171529009955064790_n

Figura iconica, sul finire degli anni '70 divenne famoso grazie anche al cinema visto i suoi ruoli in pellicole come "I ragazzi della Roma Violenta" di Renato Savino o "Il casotto" diretto da Sergio Citti e con protagonisti, tra gli altri, Ugo Tognazzi e Gigi Proietti. In totale saranno sei le sue apparizioni su grande schermo, l'ultima nel 2014 con "Arachnicide". Ma Barzacchi è stato anche uno scrittore. Il suo primo romanzo, "Il destino di un re" è datato 2018 mentre tre anni più tardi pubblica la sua autobiografia "Il mio body building... e non solo" nella quale racconta i suoi successi e numerosi aneddoti come i tuffi dal trampolino dei Fiume o l'incontro con Lou Ferrigno a Verona. Sposato con la sua amata Cinzia, che lui stesso definiva "la regina di casa", lascia un vuoto incolmabile in tutte le persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. 

Gino Barzacchi, i successi del re del natural body builder 

L'atleta iniziò a cimentarsi in questa pratica già all'età di 14 anni nella stanza della sua casa a Livorno aiutato dal padre, suo vero "punto di riferimento", scomparso nel luglio dell'anno scorso. A 19 anni la prima gara al Trofeo Città Di Limbiate dove si piazza al terzo posto dietro a mostri sacri come Alex Carmeli e Bruno Cavallin. Già da allora si intravedevano le sue potenzialità che poi sono sbocciate definitivamente l'anno dopo con la vittoria all'Apollo d'Italia. È solo il preludio a una carriera da assoluta leggenda che lo vedrà conquistare il titolo italiano assoluto Natural Body Building nel 1984 e 1986 mentre nel 1989 e 1990 viene eletto Mr. Italia Natural. I successi non diminuiscono con il passare dell'età e Barzacchi trionfa ai campionati italiani Natural di Bologna nel 2001 (categoria over 40) e a quello di BodyFitness di Rimini. 

"Ciao maestro, grazie per tutti i tuoi insegnamenti"

Appresa la sua scomparsa sono stati tanti, tantissimi i messaggi di cordoglio per il 70enne a cominciare da colei con il quale ha condiviso tutti i suoi successi, la moglie Cinzia: "Da ieri sera non sei più con me, ma ci sei e ci sarai per sempre. So che ti ritroverò, in un al di là o nella prossima vita, tu aspettami e cercami perché il nostro è solo un arrivederci e non un addio". Parole toccanti anche da parte della Federazione nazionale body building: "Gino era un atleta e una persona che ha sempre combattuto contro il doping, per una cultura fisica portatrice di salute e benessere".

Chi ci si è allenato insieme lo ricorda come una "persona straordinaria, unica, speciale" o addirittura "l'eroe della mia infanzia". Sarà difficile ora immaginare questo mondo senza il suo principale volto e allora è giusto ricordarlo con una sua frase che è diventata un vero e proprio mantra per chi pratica body building: "Tu puoi avere il migliore allenatore di questo mondo, il più famoso e preparato, ma sarai sempre tu il migliore allenatore di te stesso ".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Gino Barzacchi, è morto a 70 anni il re del natural body building: una vita tra sport, cinema e libri

LivornoToday è in caricamento