rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Gorgona, inaugurato il murale realizzato insieme ai detenuti. Foto

L'opera è dell'artista internazionale Zed1. Il direttore del carcere Mazzerbo: "Questo progetto è un passo in avanti nel nostro concetto di integrazione"

È stato inaugurato nella mattina di ieri, lunedì 13 dicembre, il murale realizzato in Gorgona dall'artista Zed1 con l'aiuto di alcune delle persone detenute sull'isola. L'iniziativa è parte del progetto "Coloriamo Gorgona"  realizzato con il sostegno del garante dei diritti dei detenuti del Comune di Livorno e grazie al contributo di Asa Livorno: "La nostra azienda - spiega il presidente - non può accontentarsi di restituire al territorio unicamente un servizio ma deve guardare oltre proponendo esperimenti e progetti innovativi. Rispetto a questo guardare oltre Gorgona rappresenta un simbolo e una sfide su cui continueremo ad investire".

Gorgona detenuti murale-2

"Il tema della rinascita - dichiara il garante Marco Solimano -  esprime un desiderio radicato in chi vive quest'isola e l'arte è un mezzo straordinario per esprimerlo. Il tentativo di costruire percorsi nuovi, che diano spazio alla volontà di rimettersi in gioco delle persone ristrette prende forma, anche simbolicamente, attraverso i colori e le linee di questo murale". 

Gorgona detenuti murale-4

"Questo progetto - sottolinea il direttore Carlo Mazzerbo - rappresenta un ulteriore passo verso un disegno di apertura dell'Isola e di incontro con la società. La volontà di aprire Gorgona all'arte racconta la volontà di creare integrazione, incontro e contaminazioni, permettendo ai detenuti di partecipare, da attori protagonisti, a progetti di riqualificazione dell'isola. Con questo progetto, fornendo l'opportunità di collaborare con un artista conosciuto a livello internazionale, e grazie alla collaborazione con i partner, abbiamo fatto un ulteriore importante passo in questa direzione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gorgona, inaugurato il murale realizzato insieme ai detenuti. Foto

LivornoToday è in caricamento