Magna Closures, Usb: "No agli straordinari fino a quando ci saranno operai a casa"

L'Unione sindacale di base pronta a scioperare contro le richieste dell'azienda di lavorare anche il sabato: "Bene il raddoppio degli ordini, ma è assurdo il lavoro straordinario in regime di ammortizzatori sociali"

Dal timore della chiusura alla necessità di lavoro straordinario. È questa la situazione della Magna Closures, l'azienda di Guasticce che, dopo aver rischiato di chiudere e mandare a casa 500 persone, adesso necessita di un potenziamento di forze lavoro per il raddoppio degli ordini su una linea dello stabilimento, uno tra i principali fornitori a livello mondiale dei sistemi di chiusura innovativi e moduli per l'industria automobilistica globale. Una buona notizia che, tuttavia, non è stata accolto troppo favorevolmente dall'Unione sindacale di base (USB), considerata la situazione complessiva che vede l'azienda in regime di ammortizzatori sociali, con contratti di solidarietà e operai a casa.

USB: "Straordinari? Richiesta assurda in regime di ammortizzatori sociali"

"Giovedì 10 ottobre - spiegano da USB - le organizzazioni sindacali della Magna Closures di Guasticce sono state convocate dalla dirigenza per importanti comunicazioni. Su una linea dello stabilimento sono raddoppiati gli ordini e l'azienda ha richiesto 9 sabati di lavoro in straordinario. Il fatto che siano aumentati gli ordini è un dato assolutamente positivo ma per USB è assolutamente inaccettabile che si chieda di lavorare in straordinario quando tutto lo stabilimento è in regime di ammortizzatori sociali e decine di operai sono a casa". "L'azienda - concludono da USB - interrompa i contratti di solidarietà e poi la nostra organizzazione sarà disposta a discutere qualsiasi nuova proposta. Fino a quel momento abbiamo abbiamo deciso di proclamare sciopero dello straordinario a partire già da questo sabato".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Vincenzo, tragedia in galleria: muore schiantandosi in moto contro un tir

  • Speciale weekend: cosa fare a Livorno dall'11 al 13 ottobre

  • Piombino: vende e noleggia videogiochi, ma omette guadagni per 300mila euro

  • Istituto Niccolini-Palli, sei studentesse di 14 anni in ospedale: "C'era muffa in aula, l'abbiamo respirata"

  • Livorno-Pisa, annullata la "giornata amaranto": validi gli abbonamenti

  • Isola d'Elba, sorpreso con la cocaina in tasca: arrestato commerciante

Torna su
LivornoToday è in caricamento