rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Guerra in Ucraina | Alberghi e assistenza sanitaria: la Toscana si prepara ad accogliere i profughi

La comunicazione del governatore Giani che ha firmato lo stato di mobilitazione per accoglienza e aiuto al popolo colpito dal conflitto

La Toscana è pronta ad accogliere i primi profughi che stanno scappando dalla terribile guerra in Ucraina. Lo ha dichiarato il presidente della Regione, Eugenio Giani, al termine dell'unità di crisi, convocata nel pomeriggio di ieri mercoledì 2 marzo, alla quale erano collegati i prefetti e i rappresentanti di Comuni e Province. "Stiamo facendo azione di coordinamento - spiega il governatore - : l'arrivo di cittadini ucraini al momento è molto spontaneo, prossimo a parenti e amici, il livello dell'intervento pubblico è stato estremamente limitato. Ma ci stiamo preparando".

'No alla guerra', Livorno abbraccia il popolo ucraino

Durante la riunione Giani ha firmato l'atto di Stato di mobilitazione regionale, propedeutico anche ad assumere delibere per provvedere all'accoglienza e all'aiuto: "La Toscana ha messo a disposizione gli alberghi sanitari, per una funzione che offre anche assistenza sanitaria: verifica della vaccinazione, almeno 5 giorni quarantena, provvedere ai vaccini e quindi alla collocazione di chi è ospitato. C'è poi l'aspetto dell'educazione alla lingua, il possibile inserimento per lavori stagionali. Ci concentreremo  - conclude il governatore - verso i campi profughi della Romania e della Polonia, e contemporaneamente verso il centro di smistamento di Leopoli, dove si sono trasferite sia l'ambasciata italiana che quella francese". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina | Alberghi e assistenza sanitaria: la Toscana si prepara ad accogliere i profughi

LivornoToday è in caricamento