rotate-mobile
Cronaca Campo nell'Elba

Isola d'Elba | A fuoco 5mila metri quadrati di macchia, 62enne denunciato per incendio boschivo colposo

Lo scorso 30 settembre in località Vallebuia nel comune di Campo nell'Elba le fiamme interessarono una parte ampia del territorio, i carabinieri hanno individuato il punto d'innesco nella proprietà di un uomo

Un 62enne è stato denunciato per incendio boschivo colposo aggravato a seguito delle fiamme che sono scaturite lo scorso 30 settembre in località Vallebuia all'isola d'Elba, nel comune di Campo nell'Elba. Fuoco che investì circa 5mila metri quadrati di bassa macchia mediterranea e che mise in pericolo le aree protette del parco nazionale dell'Arcipelago Toscano. Le operazioni di spegnimento vennero effettuate dal personale dei vigili del fuoco e da quello dell'Unione di comuni montana Colline Metallifere, giunti sul posto unitamente al nucleo carabinieri parco che ha avviato le indagini per risalire all'origine del rogo ed identificarne i responsabili.

I militari hanno individuato il punto di innesco dell'incendio, originatosi da un abbruciamento di materiale vegetale, nella proprietà di un 62enne della zona ed hanno eseguito a suo carico un sequestro probatorio del materiale utilizzato per l'accensione del fuoco. A seguito delle verifiche e degli accertamenti svolti dai carabinieri della stazione parco di Marciana Marina, l'uomo è stato denunciato per incendio boschivo colposo aggravato per aver arrecato pericolo alle aree protette del Parco Nazionale Arcipelago Toscano.

Dal 3 al 22 ottobre nuovo divieto di abbruciamento disposto dalla Regione Toscana

La Regione Toscana - hanno ricordato i carabinieri - ha istituito dal giorno 3 ottobre 2023 al giorno 22 ottobre 2023 lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi imponendo il divieto assoluto di abbruciamento su tutto il territorio regionale. L'accumulo di combustibile vegetale, la continuità delle formazioni forestali, l'aumento delle zone di interfaccia urbano-foresta ed il cambiamento climatico accrescono infatti il rischio potenziale per l'innesco e la propagazione di incendi forestali caratterizzati da elevata intensità e rapida espansione.

Il cittadino - hanno evidenziato ancora le forze dell'ordine -, cosciente del pericolo, può essere il protagonista della tutela dei boschi dal rischio incendi, rispettando rigorosamente il divieto. Quando la norma lo consentirà, andranno rispettate tutte le prescrizioni che regolano l'accensione di fuochi all'aperto, andando così ad incidere sensibilmente su quel 30% di incendi che la statistica regionale classifica come colposi, causati cioè da imprudenza o disattenzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isola d'Elba | A fuoco 5mila metri quadrati di macchia, 62enne denunciato per incendio boschivo colposo

LivornoToday è in caricamento