Eurocargo Trieste, la replica di Grimaldi alla capitaneria di porto: "Impianto antincendio regolare"

Il gruppo respinge al mittente le accuse: "Le nostre navi sono sottoposte quotidianamente a controlli e questa imbarcazione li ha sempre passati tutti"

A seguito dell'incendio che si è scatenato a bordo dell'Eurocargo Trieste nella mattina del 21 settembre, la capitaneria di porto di Livorno ha effettuato dei rilievi a bordo dell'imbarcazione riscontrando "irregolarità nell'impianto antincendio e anomalie in materia di sicurezza". Per questi motivi alla nave era stato impedito di riprendere il largo. Il natante, costruito nel 1997 per conto di primari armatori spagnoli, è noleggiato dal Gruppo Grimaldi che, tramite una nota, ha voluto rispedire al mittente le accuse: "Le nostre navi - si legge - sono soggette a numerosi controlli che hanno sempre attestato la corretta applicazione degli standard di sicurezza". 

Incendio nave 4-2

Gruppo Grimaldi: "A bordo dell'Eurocargo Trieste nessuna irregolarità"

La multinazionale, entrando nello specifico, parla anche del sistema antincendio: "Gli impianti a cui fanno riferimenti i rilevamenti da parte della capitaneria sono stati sottoposti a un uso intensivo che, ovviamente, ne ha compromesso la funzionalità. La nave in questione ha registrato oltre 250 scali nell'ultimo anno e, per questo, è sottoposta a numerose ispezioni interne da parte dello Stato di approdo che hanno sempre attestato la corretta applicazione degli standard di sicurezza. Inoltre, il recente controllo eseguito a settembre proprio a Livorno non ha segnalato problemi in ambito Ism (International Safety Managment code) né ai mezzi antincendio".

Sempre secondo quanto riportato dal gruppo Grimaldi, l'Eurocargo Trieste "nell'ultimo quadriennio è stato sottoposto a importanti lavori di upgrading, per circa 4 milioni di euro, che ne hanno aumentato gli standard qualitativi e di sicurezza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

Torna su
LivornoToday è in caricamento