rotate-mobile
Cronaca Shangay-Corea / Via Aspromonte

Agli arresti domiciliari dà fuoco all'appartamento, poi scende in strada e picchia un vicino: caos in Corea

Momenti di panico in via Aspromonte poco dopo l'ora di pranzo, nei guai un 19enne livornese già soggetto a misura cautelare

Ha appiccato il fuoco all'interno della propria abitazione di via Aspromonte e poi, in quanto sottoposto agli arresti domiciliari, ha contattato il 112 chiedendo l'autorizzazione ad uscire di casa. Una volta sceso in strada il caos è proseguito, con l'aggressione ad un vicino 63enne. Attimi di panico nel primo pomeriggio di ieri, lunedì 16 maggio, nel quartiere Corea, a causa delle fiamme scoppiate nell'appartamento di un diciannovenne livornese. Sul posto, oltre alle volanti della polizia, sono intervenuti i vigili del fuoco e due ambulanze della Misericordia di Livorno, una delle quali con il medico del 118.

I pompieri hanno quindi provveduto a spegnere l'incendio che il ragazzo aveva appiccato e che ha causato danni al terrazzo e al soggiorno dell'abitazione, oltre ad aver raggiunto alcuni indumenti di un vicino di casa che erano stesi a fianco. Il giovane, inoltre, dopo aver abbandonato l'appartamento ed esser sceso in strada, prima è stato rimproverato da alcuni residenti e poi si è scagliato contro il 63enne colpendolo in volto con un pugno. Gli agenti delle volanti hanno quindi fermato accompagnandolo infine in ospedale per farsi medicare ad una mano. Al pronto soccorso anche il vicina di casa a causa del colpo ricevuto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agli arresti domiciliari dà fuoco all'appartamento, poi scende in strada e picchia un vicino: caos in Corea

LivornoToday è in caricamento