Venerdì, 30 Luglio 2021
Incidenti stradali Viale della Repubblica

Cecina, arrestato il pirata della strada: era fuggito dopo aver investito e ucciso un 63enne

Il 23enne secondo quanto ricostruito, avrebbe nascosto l'auto in un terreno agricolo e poi sarebbe tornato nel comune livornese con la volontà di costituirsi. Rintracciato dai carabinieri, è stato sottoposto agli arresti domiciliari

È stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale un 23enne cecinese il quale, secondo gli investigatori, era alla guida dell'auto che ieri, domenica 3 gennaio, ha investito e ucciso il 63enne Franco Cresci in viale della Repubblica a Cecina. Il giovane, subito dopo l'incidente, si era dato alla fuga lungo le vie del comune livornese cercando di far perdere le proprie tracce. Sul luogo della tragedia si erano portati i carabinieri che avevano fatto subito partire le ricerche dell'auto pirata. 

La vettura in questione è stata ritrovata, intorno alle 23, in un terreno agricolo di Rosignano Marittimo presumibilmente di proprietà del padre del giovane il quale, in base a quanto ricostruito, poco dopo sarebbe tornato a Cecina con un pullman con l'intento di costituirsi. Individuato dai carabinieri nei pressi della caserma, è stato condotto negli uffici dai militari dell'Arma dove avrebbe ammesso di essere lui il responsabile di quanto accaduto. Dopo gli accertamenti del caso, il 23enne è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cecina, arrestato il pirata della strada: era fuggito dopo aver investito e ucciso un 63enne

LivornoToday è in caricamento