rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cronaca

Attività produttive, turistiche e commerciali: il bando per individuare nuove aree e immobili

Esplorativo e non vincolante con scadenze formali il 30 giugno e 30 novembre: l'iniziativa dell'amministrazione comunale per favorire l'incontro tra domanda e offerta

Favorire l'incontro tra domanda e offerta e rilanciare così le attività produttive. È questo il senso del nuovo avviso esplorativo non vincolante "per l'individuazione di aree e immobili posti nel comune di Livorno da destinare all'insediamento di attività produttive, turistiche e commerciali". A dare notizia è la stessa amministrazione comunale che spiega come l'iniziativa voglia "favorire l'incontro tra l'offerta da parte di proprietari di immobili liberi e le richieste provenienti da imprese interessate ad investire e insediarsi a Livorno".

L'avviso viene pubblicato due volte l'anno e il bando rimane comunque sempre aperto, con le due scadenze naturali fissate al 30 giugno e al 30 novembre di ogni anno. Un'iniziativa che si è sviluppata nel solco del progetto BUILD con il protocollo d'intesa tra Regione Toscana, ANCI, Comuni e Città Metropolitana di Firenze e finalizzata a consolidare la rete Invest in Tuscany, per portare avanti "azioni congiunte di attrazione di investimenti, tramite la promozione delle opportunità presenti sul territorio".

I requisiti degli immobili

Gli immobili devono essere immediatamente disponibili. Le aree/immobili con destinazione logistico/produttiva devono avere una superficie fondiaria disponibile non inferiore a 5mila mq se da edificare (anche da somma di più lotti accorpabili o contigui), mentre per le aree edificate la superficie utile lorda non deve essere inferiore a 2mila mq. Le aree/strutture con destinazione direzionale devono invece avere una superficie non inferiore a 500 mq, quelle a destinazione commerciale non inferiore a 500 mq e quelle turistico/ricettive non inferiori a 3mila mw.

Chi può presentare domanda

L'amministrazione comunale procede all'aggiornamento dei pacchetti localizzativi già individuati, contattando direttamente gli interessati. Quindi chi ha già presentato domanda nei mesi scorsi, non è tenuto a riproporla per le aree già inserite. Per avanzare nuove proposte di insediamento, possono presentare domanda persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, che abbiano la disponibilità giuridica dell'area/edificio. Nel caso in cui l'immobile sia di proprietà di più soggetti, la domanda deve essere presentata da un soggetto unico, in possesso della procura generale o speciale a compiere atti di alienazione o affitto del bene.

Come presentare domanda

L'avviso, la scheda per l'offerta ed il modulo di domanda sono disponibili online sul sito del comune di Livorno (www.comune.livorno.it > Bandi e gare > Avvisi). Le domande, da redarsi unicamente sul modulo predisposto, possono essere inviate entro il 30 giugno 2019 tramite posta ordinaria all'indirizzo: Comune di Livorno – Ufficio Finanziamenti Comunitari e Sviluppo Economico - Piazza del Municipio 1, 57123 Livorno; oppure via pec all'indirizzo comune.livorno@postacert.toscana.it.  Per ulteriori informazioni, è possibile rivolgersi all'ufficio Finanziamenti Comunitari e Sviluppo Economico, in Piazza del Municipio 1 (piano terzo), tel. 0586 820.172.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attività produttive, turistiche e commerciali: il bando per individuare nuove aree e immobili

LivornoToday è in caricamento