Cronaca

Gestione ippodromo Caprilli, alle 13 del 3 giugno la scadenza per partecipare alla gara: i requisiti

Ancora poche ore e poi non sarà più possibile presentare offerte. Domani l'asta pubblica per la concessione

C'è tempo fino alle 13 di oggi, giovedì 3 giugno, per partecipare alla gara per la gestione dell'Ippodromo Caprilli per 12 mesi. Domani infatti, come previsto dal bando, ci sarà l'asta per la concessione annuale  dell'impianto che riaprirà al pubblico questa estate dopo i lavori di ristrutturazione per 2,3 milioni di euro, interventi che in più di un'occasione sono stati al centro delle polemiche

Caprilli, non solo corse: in programma anche fiere ed eventi

I requisiti per partecipare al bando: fatturato strutturato e riconoscimento del Mipaaf 

Sono diversi i requisiti previsti per poter partecipare alla procedura di selezione. Tra questi per le attività economiche inerenti la gestione di ippodromi e relative corse, l'iscrizione nel registro della Camera di commercio. 'In caso di raggruppamento o consorzio - viene specificato -, tale requisito deve essere posseduto da almeno uno dei soggetti raggruppati o consorziati'. E poi, oltre al riconoscimento del Ministero delle Politiche agricole e forestali, 'fatturato globale per esercizio di gestione di attività inerenti il settore ippico o sportivo legato all'equitazione o di allevamento equino, realizzato negli ultimi tre esercizi chiusi, per un importo complessivo di almeno 3 milioni'. Possono partecipare associazioni, fondazioni ed aziende, pubbliche o private, di qualsiasi tipo, anche consorziate, associate o comunque raggruppate tra di loro, imprese, sia in forma individuale che societaria, consorzi, raggruppamenti temporanei di imprese (Rti) costituiti o costituendi. Sono ammessi anche i raggruppamenti temporanei e consorzi ordinari di concorrenti se non ancora costituiti.

Ippodromo Caprilli, al via il restyling dell'impianto ardenzino: 2,3 milioni di euro per la riapertura a luglio

Come presentare la domanda per la gestione dell'ippodromo

Gli interessati dovranno far pervenire un plico con all'interno: 

  • Offerta economica redatta in bollo da 16 (Allegato A) - espressamente riferita alla concessione oggetto della gara e debitamente firmata dal concorrente, contenente, a pena di nullità, l’indicazione dell’aumento percentuale sul canone annuo a base d’asta di 80.400 euro più Iva.
  • Offerta tecnica, in carta libera, sottoscritta da legale rappresentante, contenente il curriculum del concorrente nonché l'illustrazione del progetto e delle attività che si intende svolgere nel complesso dell'ippodromo e l'indicazione dei tempi di svolgimento dell'attività ippica 2021, delle eventuali attività collaterali e degli eventuali investimenti aggiuntivi.

Il plico dovrà essere indirizzato al Comune di Livorno – Settore Contratti - Provveditorato - Economato, piazza del Municipio 1, 57123 Livorno, recante, la seguente annotazione: "Offerta per l'asta pubblica del giorno 04 giugno 2021 per la concessione dell'ippodromo "F. Caprilli". Gli altri documenti necessari potranno essere consultati sul bando pubblicato dall'amministrazione comunale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione ippodromo Caprilli, alle 13 del 3 giugno la scadenza per partecipare alla gara: i requisiti

LivornoToday è in caricamento