Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Ippodromo Caprilli, pubblicato il bando per la gestione provvisoria: il 4 giugno la decisione

Per partecipare alla gara che concede l'impianto per 12 mesi c'è tempo fino al 3 giugno, la base d'asta è 80.400 euro

Poco più di due settimane. E poi il 4 giugno, in Comune, si svolgerà l'asta per la concessione annuale dell'ippodromo Caprilli, in vista della riapertura dell'impianto annunciata più volte dal sindaco Luca Salvetti. Una ripartenza, con giornate di corse ed eventi di vario genere, che farà seguito ai lavori di rifunzionalizzazione della struttura per 2,3 milioni di euro, interventi che in più di un'occasione sono stati al centro delle polemiche. Il bando è stato pubblicato mercoledì 19 maggio, mentre per presentare offerte la data limite è il 3 giugno alle 13. Il canone annuo a base d'asta è pari a 80.400 euro.

Ippodromo Caprilli, al via il restyling dell'impianto ardenzino: 2,3 milioni di euro per la riapertura a luglio

Previste riunioni di corse, attività di bar e ristorazione, eventi, fiere e fruizione del verde da parte dei cittadini

Si avvicina dunque l'apertura di un nuovo capitolo per l'ippodromo. Il bando prevede l'utilizzo 'per le riunioni di corse al galoppo, per attività di bar/ristorazione negli appositi locali realizzati entro il recinto del complesso immobiliare, per la fruizione del verde da parte della cittadinanza. Potranno inoltre essere svolte all'interno del medesimo complesso - si legge - iniziative legate al divertimento, alla cultura, allo spettacolo, al tempo libero, allo sport, nonché attività di interesse pubblico ed ogni altra attività compatibile con la destinazione della struttura e con le vigenti previsioni urbanistiche'. Ma non solo, a questo si aggiunte la possibilità di 'attività temporanee di tipo commerciale (fiere, fiere promozionali, fiere specializzate nel settore dell’antiquariato, manifestazioni commerciali a carattere straordinario, mercatini degli hobbisti), enogastronomico, artigianale e di promozione economica (eventi, convegni, mostre ed esposizioni)'.

Ippodromo Caprilli, cavalli in pista il 10 luglio e Coppa del Mare a Ferragosto: il ministero apre alle corse

I requisiti per partecipare al bando: fatturato strutturato e riconoscimento del Mipaaf 

Sono diversi i requisiti previsti per poter partecipare alla procedura di selezione. Tra questi per le attività economiche inerenti la gestione di ippodromi e relative corse, l'iscrizione nel registro della Camera di commercio. 'In caso di raggruppamento o consorzio - viene specificato -, tale requisito deve essere posseduto da almeno uno dei soggetti raggruppati o consorziati'. E poi, oltre al riconoscimento del Ministero delle Politiche agricole e forestali, 'fatturato globale per esercizio di gestione di attività inerenti il settore ippico o sportivo legato all'equitazione o di allevamento equino, realizzato negli ultimi tre esercizi chiusi, per un importo complessivo di almeno 3 milioni'. Possono partecipare associazioni, fondazioni ed aziende, pubbliche o private, di qualsiasi tipo, anche consorziate, associate o comunque raggruppate tra di loro, imprese, sia in forma individuale che societaria, consorzi, raggruppamenti temporanei di imprese (Rti) costituiti o costituendi. Sono ammessi anche i raggruppamenti temporanei e consorzi ordinari di concorrenti se non ancora costituiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ippodromo Caprilli, pubblicato il bando per la gestione provvisoria: il 4 giugno la decisione

LivornoToday è in caricamento