Isola d'Elba, effettuano scavi abusivi in un'area protetta: denunciati

Due uomini sono stati scoperti dai carabinieri mentre estraevano, senza permesso, minerali dalle miniere di Rio per poi venderli

Due uomini sono stati denunciati dai carabinieri di Rio per furto aggravato, deturpazione di bellezze naturali e violazione della normativa specifica che tutela le "aree protette", per aver effettuato scavi abusivi all'interno delle miniere di Rio estraendo circa 20 kg di minerali (pirite ed ematite) per la successiva commercializzazione. L'intera area, di proprietà demaniale, è  sottoposta a vincolo paesaggistico e gestita dal "Parco Minerario dell'Isola d'Elba". Durante le indagini, i militari dell'arma hanno colto in flagranza uno dei due malintenzionati che, all'interno di una grossa voragine precedentemente aperta con il complice, stava estraendo del minerale con l'utilizzo di attrezzi da scavo. I due ora rischiano una pena che può raggiungere anche i 6 anni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caos Livorno, società latitante: dei soldi nessuna traccia e i giocatori se ne vanno

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

  • Coronavirus: 115 positivi e 2 morti tra Livorno e provincia, 1.929 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di domenica 22 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento