Fratelli Neri, dipendenti in stato di agitazione. Filt-Cgil: "Situazione insostenibile"

I sindacati chiedono all'azienda di revocare le disposizioni di riordino del servizio di rimorchio: "Un duro colpo per i 70 lavoratori"

I 70 lavoratori della ditta Fratelli Neri, come riportato da Filt Cgil, hanno dato mandato al sindacato di proclamare lo stato di agitazione. Questa decisione arriva dopo la richiesta dell'azienda, accolta dalla capitaneria di porto con un'apposita ordinanza, di riorganizzare il servizio giornaliero dei rimorchiatori che prevede un taglio di due imbarcazioni e, di conseguenza, la necessità di un ricorso ancora più esteso agli ammortizzatori sociali. A partire dallo scorso 17 aprile infatti la crisi dovuta al Coronavirus aveva costretto la ditta a ricorrere, per i suoi dipendenti, al fondo d'integrazione salariale "Solimare". "La situazione sta diventando insostenibile - sottolinea Filt-Cgil -, la ditta faccia marcia indietro e si assuma le proprie responsabilità. Per i lavoratori questa decisione rappresenta un duro colpo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio ghiaccio e temperature sotto zero: a Livorno è allerta meteo per martedì 12 gennaio

  • Coronavirus, l'annuncio di Giani: "La Toscana resta in zona gialla". Novità sugli spostamenti tra regioni, musei e asporto

  • Allerta meteo a Livorno, codice giallo per rischio neve e ghiaccio nella notte tra sabato e domenica 17 gennaio

  • Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Gli aggiornamenti della sessione invernale

  • Coronavirus: 79 positivi tra Livorno e provincia, 379 in Toscana. Il bollettino di lunedì 11 gennaio

  • Livorno in crisi, Dal Canto si sfoga: "L'unico obiettivo è evitare l'ultimo posto. Mercato? Non viene niente"

Torna su
LivornoToday è in caricamento