rotate-mobile
Cronaca

Scoperta azienda con 11 lavoratori in nero e 22 irregolari: multata imprenditrice

La titolare di una ditta è stata sanzionata dalla Finanza: gli orari di lavoro che inviava su Whatsapp erano diversi da quelli annotati sul libro unico

Una ditta di movimentazioni merci e stoccaggi di autovetture è stata multata dalla guardia di finanza perché si avvaleva di 33 dipendenti sprovvisti di un regolare contratto o impiegati oltre gli orari di lavoro prestabiliti. La presenza sul luogo di lavoro veniva annotata ogni giorno sui registri da un'impresa di vigilanza addetta al controllo degli accessi nel piazzale aziendale. Tuttavia le "vere" presenze e i "veri" orari di lavoro venivano inviati ai dipendenti, come hanno confermato loro stessi alle fiamme gialle, attraverso un gruppo Whatsapp. La titolare della ditta comunicava, con cadenza quotidiana, i servizi che i dipendenti avrebbero poi prestato. Queste informazioni sono state confrontate con quelle risultanti dal libro unico del lavoro e hanno permesso alla Finanza di ricostruire con esattezza le prestazioni omesse e eccedenti gli orari di impiego contrattualizzati e di quantificare le retribuzioni non registrate. In totale i lavoratori in nero sono risultati 11 mentre quelli irregolari 22. Al termine delle operazioni, le fiamme gialle hanno elevato una sanzione di 29.500 euro a carico della titolare della ditta, con l’obbligo, entro 30 giorni, di regolarizzare tutte le posizioni e sanare le omissioni riscontrate. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta azienda con 11 lavoratori in nero e 22 irregolari: multata imprenditrice

LivornoToday è in caricamento