menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stombamento Rio Maggiore, la denuncia del Comitato: "Scarichi abusivi nel fiume". Arpat: "Nessun inquinamento"

Segnalate con una prova video l'attività di sversamento di acque sporche nell'alveo del canale, ma l'ente preposto ai controlli delle acque non avrebbe rilevato particolari irregolarità

Girano da qualche giorno sui social immagini del cantiere operativo in via dei Pensieri dove sono in corso i lavori per lo stombamento del Rio Maggiore. Immagini che immortalerebbero operai al lavoro in condizioni di scarsa sicurezza ed episodi di mancata sicurezza ambientale: in particolare, a far scattare l'allarme è un filmato che mostrerebbe nel dettaglio una betoniera che scarica nell'alveo del fiume le acque di lavaggio. Un episodio immortalato in un video realizzato in data 13 luglio da un cittadino iscritto all'associazione Comitato Rio Maggiore, costituitasi da oltre un anno proprio per vigilare sui lavori di stombamento del corso d'acqua. Da qui la segnalazione tramite posta certificata a sindaco, comandante della polizia municipale ed enti di controllo competenti in materia ambientale (Arpat, Carabinieri del Noe, capitaneria di porto), prima ancora che ai consiglieri della quarta e sesta commissione, per i necessari accertamenti e la richiesta di un intervento immediato.

Arpat: "Riscontrata la presenza di blocchi di cemento che verranno rimossi al termine dei lavori"

Una risposta che è presto arrivata dall'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale. "I tecnici del dipartimento di Livorno - dicono da Arpat - hanno ispezionato la zona ed effettuato sopralluoghi in tutto il cantiere, riscontrando la presenza nel letto del corso d'acqua di alcuni blocchi frantumati derivanti dalle operazioni di demolizione della tombatura in cemento". È stata quindi suggerita la veloce rimozione del materiale che, assicura il titolare del cantiere, verrà effettuata al termine dei lavori previsti, presumibilmente al termine della settimana in corso.

Quanto allo sversamento di acque di lavaggio nell'alveo del Rio Maggiore, secondo Arpat "presso il sito non era presente al momento alcuna betoniera e non sono stati riscontrati fenonomeni di inquinamento ambientale. È stato comunque fatto presente al titolare del cantiere di provvedere a limitare emissioni diffuse di polveri generate dalle attività di cantiere tramite innaffiamento dei piazzali".

lavori rio maggiore stadio (12)-2

Comitato Rio Maggiore: "Risposta di comodo, i video parlano chiaro"

Un intervento quello di Arpat che, seppure tempestivo, non soddisfa del tutto i membri del comitato Rio Maggiore che hanno sollevato per primi la questione testimoniando le irregolarità. "Quella di Arpat è una risposta di circostanza - interviene Massimiliano Bigongiari, presidente dell'associazione che da circa un anno coordina e informa i cittadini sui progetti relativi alla messa in sicurezza del Rio Maggiore e zone limitrofe -. I video parlano chiaro, la normativa del resto non ammette lo scarico di betoniere in corsi d'acqua e ci sono diverse sentenze della Corte di Cassazione che vietano lo scarico abusivo di rifiuti".

"Combattiamo da un anno contro un'opera che riteniamo inutile - continua Bigongiari -, abbiamo spesso riportato anche in consiglio comunale le incongruenze individuate nel progetto e continueremo a seguire la vicenda cercando di fare chiarezza". La segnalazione arrivata ad Arpat dal comitato di cittadini è sul tavolo di altri enti di controllo, tra cui il Nucleo operativo ecologico dei carabinieri, la polizia di stato e la capitaneria porto, competente in materia di inquinamento. Abbiamo ritenuto necessario segnalare una situazione potenzialmente molto pericolosa, è nostro dovere non girarci dall'altra parte".

lavori rio maggiore stadio (5)-2

Le reazioni della politica, da Fratelli d'Italia a Buongiorno Livorno

Una questione, quella della presunta mancata sicurezza nel cantiere Rio Maggiore, che ha scatenato le reazioni del capogruppo di Fratelli d'Italia, Andrea Romiti: "Preoccupa vedere persone sospese in aria sopra la benna di una ruspa (il riferimento è auna delle foto che circolano in rete, ndr) o una betoniera che scarica l'acqua di lavaggio del cassone direttamente nel fiume. Il commissario dei lavori post-alluvione è il governatore Enrico Rossi, ma non controlla assolutamente come vengono eseguiti. Se le immagini sono veritiere, ci sono lavoratori a rischio e inquinamenti ambientali". Reazioni che arrivano anche da Buongiorno Livorno che, in un post su facebook, denuncia la situazione condividendo il video del Comitato Rio Maggiore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Panettone World Championship 2021, Lorenzo Cristiani vola in semifinale: "Soddisfazione enorme, risultato da condividere con l'intera famiglia"

Salute

Stanchezza primaverile, cause e rimedi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento