rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Cronaca Porto

Licenziamenti Mt Logistica, due mesi e mezzo per salvare 25 posti di lavoro. Cgil: "Complicato, ma c'è uno spiraglio"

Dopo alcuni incontri tra sindacati, azienda e l'assessore Simoncini è stato deciso di procedere con il licenziamento collettivo per la riorganizzazione. In bilico il futuro di 25 addetti operativi

Settantacinque giorni di tempo per scongiurare il peggio e salvare i 25 posti di lavoro degli addetti operativi della Mt Logistica, trovando insieme all'azienda una soluzione che possa evitare di condurre all'epilogo più drammatico. "L'azienda - ha fatto sapere la Cgil tramite una nota a firma del segretario generale Fip Giuseppe Gucciardo - ha purtroppo confermato la propria volontà di recedere dal contratto di appalto stipulato con Bertani Trasporti per la movimentazione di auto, in quanto ritenuto non più sostenibile alle condizioni attuali. I licenziamenti - ha precisato - non diventeranno però effettivi dal 1 ottobre, come comunicato in un primo momento". 

Mt Logistica, reintegrato il lavoratore sospeso. Il sindacato: "Segnale importante dall'azienda"

Gucciardo (Fit-Cgil): "C'è uno spiraglio, ma la situazione è complicata. Ognuno deve fare la propria parte"

Il sindacato infatti ha spiegato che in questi giorni ci sono stati vari incontri sia con Bertani Trasporti che con l'assessore Gianfranco Simoncini, confronti nell'ambito dei quali l'azienda "ha deciso di chiudere la procedura di licenziamento individuale per cessazione di attività e di aprire invece quella di licenziamento collettivo per riorganizzazione". Da questo passaggio quindi scaturiscono i 75 giorni di tempo a disposizione per provare a salvare i posti di lavori prima che il tutto diventi effettivo. "L'azienda - ha aggiunto Gucciardo - si è resa disponibile a cercare di esplorare eventuali soluzioni che le permettano di continuare a considerare sostenibile l'appalto". 

Sospesi per aver provocato incidenti, i lavoratori Mt Logistica tornano in presidio: "Reintegrare i due colleghi sanzionati"

"Si apre senza dubbio uno spiraglio, ma la situazione - precisa Gucciardo - resta molto complicata. Il contesto non è mutato, i gravi problemi del settore auto restano. Istituzioni, imprenditori e politica mettano in campo tutte le forze disponibili per cercare di evitare un nuovo duro colpo a una città che ormai da anni si trova in ginocchio a causa di una pesante crisi occupazionale. La situazione lavorativa cittadina - ha concluso - è drammatica, le possibilità di ricollocare lavoratori licenziati sta diventando sempre più un miraggio, con tutto ciò che ne consegue in termini di disagio e rabbia sociale. Ognuno faccia la propria parte. Livorno non può permettersi di perdere altra occupazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziamenti Mt Logistica, due mesi e mezzo per salvare 25 posti di lavoro. Cgil: "Complicato, ma c'è uno spiraglio"

LivornoToday è in caricamento