Lite Perini-Bottai, il consigliere della Lega: "Ho denunciato i miei aggressori"

L'esponente del Carroccio annuncia in diretta Facebook i provvedimenti presi: "Dagli antagonisti della sinistra nessun passo indietro, sono stato costretto a rivolgermi agli uffici competenti"

"Ho denunciato i miei aggressori". L'annuncio, in diretta Facebook, è di Alessandro Perini, il consigliere della Lega che, stando a quanto raccontato in questi giorni sui social, sarebbe stato aggredito da alcuni antagonisti di sinistra, tra cui il segretario del Partito Comunista, Lenny Bottai, intorno alle 13 del 31 dicembre. Fatti categoricamente smentiti dal coordinatore del PC livornese, secondo il quale sarebbe stato egli stesso vittima di un'aggressione da parte di un terzo personaggio intervenuto durante la discussione con il consigliere della Lega. Versioni contrastanti che saranno chiarite dalle indagini della polizia municipale: la ricostruzione di quanto accaduto, infatti, al momento è al vaglio degli inquirenti che hanno acquisito i filmati delle telecamere di sicurezza nella zona di palazzo civico e raccolto le testimonianze dei presenti. 

Perini: "Dagli antagonisti di sinistra nessun passo indietro, denuncia inevitabile" 

Intanto, Perini si è detto "costretto" a presentare denuncia. "Ero disposto a rinunciare a qualsiasi tipo di azione legale - ha spiegato Perini - se chi guida le sinistre estreme mi avesse teso la mano prendendosi un impegno formale con la Lega nel controllare questi cani sciolti. Se fosse servito a distendere i toni, avrei fatto un passo indietro, ma visto tutto quello che è stato detto e raccontato sul mio conto non mi è rimasta altra scelta. Purtroppo non ho potuto sporgere denuncia prima del 2 gennaio perché, durante le feste, gli uffici preposti erano chiusi o, al massimo, si facevano carico solo delle emergenze.  Adesso, finalmente, ci sarà una pronuncia superiore da parte di qualcuno che non è di parte". 

"Grazie alla famiglia della Lega che mi è sempre stata vicina"

Il consigliere ha anche raccontato come sta vivendo questi momenti: "Non è un bel periodo e non parlo dal punto di vista fisico - ha precisato -. Quanto accaduto è sicuramente preoccupante e per questo voglio ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicini a cominciare dalla grande famiglia della Lega, con gli onorevoli Manfredi Potenti e Daniele Belotti e l'eurodeputata Susanna Ceccardi che anche domani saranno con noi, in questura, per raccontare come sono andate le cose. Su questa vicenda ho letto tante notizie false e qualcuno addirittura ha anche messo in dubbio la veridicità dei fatti. Con la denuncia presentata sono sicuro che la verità verrà fuori". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saturimetro, come funziona e quali sono i migliori modelli

  • Caos Livorno, società latitante: dei soldi nessuna traccia e i giocatori se ne vanno

  • Coronavirus: 169 positivi tra Livorno e provincia, 2.508 in Toscana, ma crolla la percentuale rispetto ai tamponi. Il bollettino di mercoledì 18 novembre

  • Livorno, il presidente Heller: "Pagamenti in regola grazie a Carrano ed Aimo. Navarra, Ferretti e Spinelli? Non pervenuti"

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 95 nuovi positivi a Livorno, 2.361 in Toscana, in calo le terapie intensive. Il bollettino di martedì 17 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento