rotate-mobile
Cronaca San Jacopo / Viale Italia, 117

Lungomare e controviale della Bellana, ecco il piano sosta e mobilità: come cambiano i parcheggi per auto e motorini

Cento scooter sul viale Italia con restringimento di carreggiata lato maree, gli altri divisi tra via della Bassata e l'ex Atl dove andranno anche 40 posti auto. E ancora via San Jacopo a senso unico verso il mare.

Cento scooter, perpendicolari al marciapiede, nella striscia di sosta che verrà fatta lato mare, con restringimento di carreggiata, nel tratto di viale Italia tra la Bellana e l'incorcio con via Meyer. Più o meno altrettanti, divisi tra il parcheggio di via della Bassata a lato del liceo Enriques e l'ex Atl, dove andranno anche 40 posti auto. E ancora via San Jacopo a senso unico di marcia verso il mare tra via Montebello e via Forte dei Cavalleggeri, con altri 48 stalli a lisca di pesce. Ecco come cambieranno la sosta e la viabilità sul lungomare - o meglio nel quartiere San Jacopo -in seguito ai lavori appena avviati per la pedonalizzazione del controviale della Bellana: un piano elaborato e complesso che l'amministrazione comunale ha presentato ieri, martedì 14 dicembre, sottolineando come "non solo non si perderà un posto, ma per le auto ce ne saranno addirittura di più".

pianoParcheggi-2

Vero se si guarda semplicemente ai numeri (99 contro 64), un po' meno se nel conto si mette la perdita di convenienza e praticità nell'avere parcheggi a fianco di stabilimenti balneari, attività di svago e ristorazione, circoli da 400 iscritti complessivi che frequentano quotidianamente il moletto Nazario Sauro. "Ma per questo il controviale sarà dotato di telecamere e l'accesso autorizzato ai mezzi di servizio diretti alle attività - spiega l'assessore alla Mobilità, Giovanna Cepparello -, con la possibilità di estendere, a seconda di esigenze e modalità, la platea degli autorizzati pur tutelando l'area pedonale. E inoltre, al di là dei mezzi pubblici gratuiti nei fine settimana estivi, stiamo studiando la possibilità di collegare tutti i parcheggi del lungomare con un servizio navetta. Abbiamo cercato di ascoltare le esigenze di tutti: residenti, commercianti, soci dei circoli, cittadini. E se dovremo migliorare qualcosa, lo faremo.

Insomma, un piano complesso che, qualora non dovesse funzionare, non è escluso che possa essere rivisto in corso d'opera. Ma intanto, dopo le polemiche e l'avvio dei cantieri, dall'amministrazione comunale è arrivata la risposta su come cambieranno sosta e viabilità in una delle arterie più trafficate della città. "Stiamo lavorando per gestire quello che era stato deciso con il progetto che ha partecipato al Bando periferie 2016 - aggiunge l'assessore all'Urbanistica, Silvia Viviani -, con le problematiche concrete ed esigenze che si sono manifestate in termini di mobilità. Il progetto, che è nel nostro piano delle opere pubbliche, non riguarda solo la pedonalizzazione ma la creazione di un vero e proprio parco urbano-costiero che vedrà una serie di migliorie quali una nuova illuminazione e l'allentamento della pressione dei mezzi a motore vicino al mare con divisione dei flussi (auto-bici-motorini)".

Pedonalizzazione controviale della Bellana, i circoli al Nazario Sauro: "Portiamo le barche in Comune" 

Piano sosta e mobilità San Jacopa, come cambiano i parcheggi

Ecco dunque nel dettaglio le modifiche ai parcheggi così come spiegate dall'amministrazione:

A fronte della disponibilità attuale (310 motorini, 64 auto,11 stalli Handicap), dopo i lavori che partiranno nei prossimi giorni e dureranno circa 3-4 mesi, gli spazi per la sosta si attesteranno, secondo le previsioni del Comune, su 310 motorini, 99 posti auto, 12 stalli H. Di questo, così come dell'offerta di mobilità alternativa al mezzo privato (Trasporto pubblico locale e mobilità ciclabile) saranno tempestivamente informati in modo capillare e organico i residenti, i frequentatori, gli operatori economici.

  • sul Viale Italia sarà realizzata solo una striscia di sosta, senza stalli, in modo da disciplinarla a seconda dei momenti dell'anno. In estate sarà dedicata ai ciclomotori (potrà ospitarne circa 200), così come in inverno, di mattina. I pomeriggi e le notti invernali sarà invece accessibile anche alle auto. Inoltre saranno realizzati sul Viale 7 stalli per persone disabili e un carico/scarico;
  • sulla piazza in fondo alla Bellana, accanto al Cantiere, gli stalli per persone disabili saranno incrementati di 3 unità;
  • il parcheggio accanto al Liceo Enriques, attualmente chiuso da un cancello, sarà adibito in estate e in inverno ai ciclomotori;
  • in Via della Bassata, nel tratto più a nord, saranno reintrodotti gli stalli a lisca, anche per evitare che le auto raggiungano una velocità eccessiva, che ci consentiranno di recuperare 8 stalli;
  • all'interno del parcheggio ex ATL saranno recuperati 40 stalli in un'area attualmente transennata, gratuiti come gli altri, e 40 stalli per ciclomotori; sarà inoltre aperta un'uscita pedonale su Via Mayer (utilissima per i frequentatori degli stabilimenti balneari); è inoltre allo studio la possibilità di aprire una ulteriore uscita pedonale su via San Jacopo, il più vicina possibile a Via Montebello (questo renderebbe il parcheggio molto appetibile anche per i docenti dell'Enriques);
  • nell'ambito di una riorganizzazione del comparto, sarà istituito un senso unico su Via San Jacopo, opposto ad un senso unico su Via Goito, in modo da formare un quadrante (Goito, Orlandi, San Jacopo, Montebello), che risolverà i problemi di sicurezza dell'uscita da Via San Jacopo su Via Montebello, e razionalizzerà il flusso del traffico su Via Goito, attualmente in senso unico a metà. Il senso unico su Via San Jacopo permetterà la creazione di 50 nuovi stalli auto;
  • per favorire la sosta dei residenti, già da questa settimana la zona J, molto piccola, sarà unificata alla zona MARE; da segnalare che tornerà la lettera, la J, in via Goito (con esclusione del tratto tra i civici 1-41 e via dei Sette Santi che rientra nella zona R), e che in via Goito potranno sostare solo i residenti, i dimoranti e altre categorie in possesso di specifica abilitazione;
  • sarà fornita ai fruitori dell'area un'informazione corretta sull'ampia offerta di sosta gestita da privati e presente nell'area, che in alcuni casi offre tariffe molto convenienti (parcheggio acquario e parcheggio nuovo centro commerciale di Porta a Mare), anche per abbonamenti.

Piano mobilità e accessi, le modifiche

  • L'accesso al controviale sarà regolato attraverso un varco con telecamera; questo consentirà di autorizzare i mezzi di servizio diretti alle varie attività e di decidere come allargare la platea degli autorizzati secondo le necessità, tutelando nello stesso tempo la nuova area pedonale;
  • durante l'estate saranno finanziati dal Comune programmi di gratuità del TPL per i fine settimana; sarà valutato con il nuovo gestore l'impiego di navette che colleghino tutti i parcheggi del lungomare;
  • Attraverso una segnaletica dedicata sarà promossa la conoscenza del tratto di ciclovia tirrenica già disponibile, che collega la stazione al lungomare, e sarà favorita la sosta ordinata delle biciclette attraverso l'installazione di rastrelliere sul lungomare;

"Questo piano - dicono infine dall'amministraizone - sarà pubblicizzato e diffuso attraverso un depliant virtuale e cartaceo, che offra tutte le informazioni necessarie ai vari stakeholders, e che sarà distribuito agli operatori economici dell'area, in modo che possano informare la loro clientela.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lungomare e controviale della Bellana, ecco il piano sosta e mobilità: come cambiano i parcheggi per auto e motorini

LivornoToday è in caricamento