rotate-mobile
Cronaca San Jacopo / Viale Italia, 4

Scoglio della Regina, inaugurata la piazzetta: come cambia il lungomare dalla Bellana a San Jacopo. Foto e video

Ieri il taglio del nastro dell'area riqualificata. Salvetti: "Questo è soltanto il primo step di un progetto complessivo di riqualificazione". Viviani: "Così la città si apre al mare"

A vederla così, con una panchina e pochissima ombra, è palese che debba essere completata. E non lo nega neppure il sindaco Luca Salvetti quando, dopo aver tagliato il nastro della piazzetta antistante lo scoglio della Regina, insieme all'assessore all'Urbanistica Silvia Viviani e al dirigente comunale Roberto Pandolfi illustrano non solo l'intervento di riqualificazione dell'area, bensì il masterplan complessivo di quello che sarà il lungomare dalla Bellana a San Jacopo. Tre agorà che aprono la città al mare, il completamento della pedonalizzazione del controviale, il proseguimento della pista ciclabile, l'abbattimento delle baracchine messe peggio, il ripristino e la messa in sicurezza dei percorsi pedonali che portano all'acquario e la conseguente delocalizzazione del parcheggio e, infine, la riqualificazione dei giardini. 

"Questo è soltanto il primo step - spiega il sindaco -, una piazza pensata in un progetto più ampio. Ma vorrei partire da cosa c'era prima, perché altrimenti certe cose ce le dimentichiamo. Ebbene, qui c'era un immobile abbandonato, fatiscente e pericoloso che è stato demolito. L'area è stata adibita a cantiere per i lavori sul controviale che sono quasi ultimati e adesso c'è una piazza che si apre al mare. Continueremo con la presa in carico delle baracchine che non sono messe bene e quindi seguiremo il masterplan che è la guida di come diventerà il lungomare. Dite che la piazza non è finita? Lo sappiamo anche noi, andremo a creare delle zone d'ombra che saranno pensate insieme agli esercenti e se serviranno altri accorgimenti li prenderemo. Ma intanto è diventato un punto bello, un po' come ai Quattro Mori dove c'era un'edicola abbandonata e adesso è un piacere per i turisti che scendono al molo 75". 

Il progetto prevede inoltre il posizionamento di altre tre panchine in travertino oltre che un'integrazione dell'impianto di illuminazione pubblica costituita da due nuovi pali con plafoniere a led che saranno posizionate a settembre. "Siamo partiti dallo scoglio della Regina con l'idea di una triplice operazione - aggiunge l'assessore Silvia Viviani -. La prima, in corpore vili, che ha previsto l'abbattimento della baracchina con le dovute analisi. Quindi l'apertura della città al mare con ampi spazi come questo e come gli altri due che andremo a creare. Infine, con l'idea di incrementare gli spazi urbani per diminuire la propensione al degrado che c'è in tutte le città quando qualcosa non è mantenuto. Ci saranno tre luoghi principali, dove sono le baracchine, in questo grande parco pubblico sul viale Italia che approda a piazza San Jacopo, una delle più belle della città. Mancano gli arredi urbani, lo sappiamo, ma saranno completati tra settembre e ottobre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoglio della Regina, inaugurata la piazzetta: come cambia il lungomare dalla Bellana a San Jacopo. Foto e video

LivornoToday è in caricamento