menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrate oltre 900 mascherine irregolari: erano prive delle indicazioni obbligatorie e con loghi contraffatti

Il blitz della guardia di finanza in un esercizio commerciale di Livorno che vendeva i dispositivi al pubblico

La guardia di finanza di Livorno, durante un controllo a un esercizio che vendeva al pubblico mascherine di tipo "generico", ha sequestrato 902 dispositivi irregolari: alcuni erano privi delle indicazioni obbligatorie previste dal Codice del consumo altri avevano impressi loghi e marchi falsi di prestigiose case della moda, di personaggi dei cartoni animati e della tv o di squadre di calcio di serie A. Le fiamme gialle, grazie alla documentazione acquisita, hanno permesso di risalire al fabbricante, un’azienda con sede legale e laboratorio nel cecinese, il quale, con la tecnica della stampa a sublimazione, imprimeva su fogli di stoffa i marchi e i loghi contraffatti. In totale sono state deferite tre persone per contraffazione e commercio di prodotti con segni falsi, mentre due sono state segnalate per violazioni amministrative alla camera di commercio della Maremma e del Tirreno.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Piatti regionali, la ricetta della ribollita toscana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento