Gozzo del Labrone a Mattarella, la sezione nautica: "Un onore immenso"

Il Presidente della Repubblica, durante la sua visita in città, è stato omaggiato di una copia dell'imbarcazione della cantina livornese

Tra i regali ricevuti durante la sua visita al Museo della Città, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto anche una copia in miniatura del gozzo della sezione nautica Labrone. Il modellino è stato realizzato dai carcerati delle Sughere nell'ambito del progetto "Mi riscatto per Livorno" ed è stato consegnato al Capo dello Stato dal garante dei detenuti di Livorno Giovanni De Peppo assieme al direttore del carcere Carlo Mazzerbo. 

Il Labrone: "Un onore immenso consegnare a Mattarella il nostro gozzo" 

Il presidente della sezione nautica, Dario Senzacqua, commenta entusiasta quanto accaduto: "Per noi è stato un onore immenso vedere il Presidente della Repubblica prendere tra le sue mani il modellino del nostro gozzo. La tradizione remiera è nel sangue dei livornesi, e siamo molti felici che il Presidente abbia tra i molti doni dei suoi viaggi istituzionali anche la riproduzione dell'imbarcazione tipica della nostra città". 

Insieme al gozzo, a Mattarella è stata consegnata una pergamena nella quale la sezione nautica spiega la storia del mondo remiero e di come sia uno sport di aggregazione sociale. Ecco il testo della pergamena che è stata consegnata al Presidente della Repubblica assieme al modellino del gozzo:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come sezione nautica “Labrone – Quartieri Nord” siamo onorati di essere stati chiamati a rappresentare una parte importante della nostra città e delle nostre tradizioni. Il mondo remiero livornese affonda le sue radici sin dalla fondazione
della città e mostra come il nostro territorio sia ligio nel rammentare e portare avanti la storia e la cultura che ci appartengono. Livorno è una città particolare, aperta e inclusiva, dove hanno sempre trovato spazio e accoglienza genti venute da ogni dove. Nella nostra attività quotidiana, come sezione nautica, ci impegniamo nel mantenere vivo questo spirito di accoglienza e inclusione, cercando di avvicinare giovani e meno giovani allo sport e alla tradizione tentando, allo stesso tempo, di abbattere ogni tipo di differenze culturali, sociali, economiche, sessiste o razziali. Per noi, impegnati in quello che definiamo "sport popolare", avere l’opportunità di veicolare questo messaggio è più che mai importante,  soprattutto nell’odierna situazione politica e sociale.  Lo sport è sempre stato, anzitutto, partecipazione. Quella partecipazione che riconosciamo nel nome e nel valore che abbiamo voluto dare al nostro gozzo, intitolato ai coniugi Garibaldo Benifei e Osmana Benetti, due partigiani e autentici antifascisti, che hanno contribuito a darci la possibilità di vivere oggi in un mondo libero dall’oppressione e dall’autoritarismo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Stabilimenti balneari, le tariffe 2020: quanto costa l'estate "sui bagni" tra abbonamenti, ombrelloni, lettini e cabine

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Pronto Soccorso, accessi per storte e "troppo sole". Medici stremati: "Non siamo più i vostri eroi?"

  • Tragedia in via Mondolfi, motociclista muore a 58 anni dopo lo scontro con un suv

Torna su
LivornoToday è in caricamento