menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La polizia municipale piange la scomparsa di Maurizio Chirici: "Collega professionale e competente"

L'ispettore si è spento a 71 anni. Durante la sua carriera è stato in prima linea nel contrastare gli abusi edilizi

Lutto nella polizia municipale di Livorno. È morto, nella sera ieri, giovedì 13 febbraio, Maurizio Chirici, 71 anni, storica figura di riferimento nel settore dell’edilizia. L'ispettore era entrato a far parte delle forze dell'ordine nel 1979 iniziando come vigile di quartiere di Borgo Cappuccini ed era andato in pensione quattro anni fa. Grazie alle sue competenze, fu assegnato all’ufficio polizia edilizia dove ha lavorato fino all'utlimo giorno. Chi volesse dare l'ultimo saluto a Chirici, che lascia la moglie e un figlio, potrà farlo alla camera mortuaria dell'ospedale fino alle 11 di domani. Dopo il corpo verrà portato, senza funzione, ai cimiteri comunali per la cremazione. 

La municipale ricorda Chirici: "Un uomo dall'alta professionalità e dall'elevata competenza"

La polizia municipale di Livorno ha voluto ricordare il collega con parole molto toccanti: "È stato colui che dal nulla ha creato il nostro ufficio controllo edilizia raggiungendo competenze e risultati impensabili. Ricordarli tutti sarebbe impossibile, ma si sta parlando di centinaia di abusi edilizi scoperti grazie al suo lavoro svolto sempre con la massima serietà nonostante le poche forze a disposizione. La sua attività era ben conosciuta nelle aule dei tribunali e spesso e volentieri i magistrati della Procura della Repubblica si rivolgevano alla municipale quando c'erano da fare indagini su un abuso edilizio. Maurizio - conclude la municipale - era un collega sempre disponibile, una persona professionale e competente". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento