Mercato centrale, ogni sabato ingressi e uscite contingentati: capienza massima 200 persone

Le disposizioni dell'amministrazione comunale per evitare file e assembramenti. Salvetti: "Vogliamo garantire la sicurezza a esercenti e clienti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato da parte del Comune di Livorno riguardante gli ingressi contingentati al Mercato centrale

Da sabato prossimo, 31 ottobre, e per tutti i sabati fino alla fine dell'anno, gli ingressi contingentati al Mercato Centrale e con misurazione della temperatura saranno 3: in via Buontalenti, in via del Cardinale e via del Testa e così le uscite, avendo questi accessi doppie porte.

"Il 24 ottobre, giornata di maggior afflusso al Mercato, era stato aperto un solo ingresso, in via Buontalenti, contingentato e con misurazione della temperatura e una uscita sugli Scali Saffi - le parole del sindaco Salvetti. - La lunga fila che si è venuta a creare ha evidenziato l'opportunità di aprire altri due accessi/uscite in via del Testa e in via del Cardinale, dove le porte sono doppie. In questo modo si evitano fila e assembramento. Il mercato potrà contenere non più di 200 persone, calcolo effettuato considerando 1,80 m. di spazio tra una persona e l'altra. I sei presidi di accesso/uscita saranno controllati da 12 persone". 

"Naturalmente - continua il sindaco - questa operazione comporta una spesa per il Comune, calcolata fino alla fine dell'anno in una cifra vicina ai 20mila euro. Una spesa che l'amministrazione comunale si accolla volentieri per tre motivi: far lavorare gli esercenti, garantire la sicurezza degli stessi e dei clienti, proseguire nell'opera di valorizzazione della zona mercatale". 

Torna su
LivornoToday è in caricamento