Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Millemiglia, sul Romito tutto il fascino delle auto storiche: in arrivo oltre 400 macchine d'epoca

Passaggio suggestivo, verso Castiglioncello, dei mezzi della 39esima edizione della mitica corsa disputata dal 1927 al 1957

Foto Fb Millemiglia official

La trentanovesima edizione della Millemiglia, ovvero la rievocazione storica della corsa disputata dal 1927 al 1957, si svolgerà dal 16 al 19 giugno e, giovedì 17, passerà dal Romito facendo poi tappa a Castiglioncello per proseguire verso il sud della provincia, arrivando a Roma. Le auto, infatti, arriveranno a Castiglioncello da nord lungo l’incantevole tratto costiero del Romito, dove ad attenderle ci sarà una rappresentanza del Topolino Club Livorno che saluterà il passaggio delle auto con alcuni mezzi storici locali, poi dalla vecchia Aurelia attraverseranno via Fucini sino a piazza della Vittoria, dove sarà organizzato il controllo timbro. Le vetture, infatti, accolte dallo speaker e dal calore della folla, riceveranno il timbro di passaggio da Castiglioncello, per poi proseguire il percorso sulla vecchia Aurelia, in direzione di Rosignano Solvay e Vada.

Presenti anche esemplari che hanno partecipato alle edizioni di velocità disputate tra il 1927 e il 1957

Tra le circa 400 vetture che prenderanno parte alla Millemiglia del 2021, una settantina di esemplari ha partecipato ad almeno una delle ventiquattro edizioni di velocità disputate dal 1927 al 1957. Tra queste, quelle con il passato più glorioso sono tre Alfa Romeo 6C 1750 carrozzate Zagato, identiche a quelle che trionfarono nel 1929 con Giuseppe Campari e nel 1930 con Tazio Nuvolari. Sempre della Casa del Biscione sarà presente la 8C 2900 A carrozzeria 'Botticella': nel 1936, per conto della Scuderia Ferrari, partecipò alla 1000 Miglia classificandosi terza assoluto guidata da Carlo Pintacuda.

A proposito della scuderia del Cavallino Rampante, tra le diciotto vetture costruite a Maranello che saranno schierate al via, quelle con il palmarès più importante sono la Ferrari 340 America Spider Vignale, che fu condotta alla 1000 Miglia del 1952 da Pietro Taruffi, e la 275/340 America Scaglietti. La sigla indica che la vettura nacque come 275 nel 1950, anno nel quale disputò la sua prima 1000 Miglia, e fui poi trasformata dalla scuderia in 340 America, configurazione con la quale partecipò alla Freccia Rossa pure nel 1951 e 1952. Citazione d’obbligo, infine, per altri esemplari dallo straordinario valore storico e dall’intenso passato sportivo: due Bugatti Type 35 e cinque Bugatti Type 37, tre Maserati da corsa 'ufficiali' della Casa del Tridente, undici Mercedes- Benz 300 SL, le famose 'Ali di Gabbiano', tra le quali anche una versione prototipo che nel 1952 fu utilizzata dalla squadra ufficiale di Stoccarda per effettuare gli allenamenti lungo il tracciato di gara e sette O.M. 665 'Superba', soprannome guadagnato grazie alle numerose vittorie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Millemiglia, sul Romito tutto il fascino delle auto storiche: in arrivo oltre 400 macchine d'epoca

LivornoToday è in caricamento