Cronaca

Picchia e minaccia di morte l'ex fidanzata minorenne incinta, giovane in carcere

Il ragazzo, secondo i racconti della famiglia, le avrebbe spento addosso le sigarette e aggredita con un bastone

Avrebbe più volte picchiato e minacciato l'ex fidanzata minorenne incinta all'ottavo mese e per questo motivo il giovane, di origine straniera residente a Pisa ma domiciliato a Livorno, è stato condotto nel carcere di minorile di Firenze. Il provvedimento è arrivato al termine delle delicate indagini condotte dalla squadra mobile di Livorno e coordinate dalla procura della Repubblica del tribunale dei minori di Firenze. 

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la madre e i servizi sociali del territorio avevano segnalato che sul corpo della giovane, quando tornava a casa dopo aver passato dei periodi di convivenza con la famiglia del fidanzato, erano presenti segni di percosse e bruciature di sigarette. I fratelli avevano inoltre riferito che la sorella era costretta a continuare la relazione altrimenti il giovane avrebbe fatto del male a tutta la loro famiglia.

La minorenne, una volta tornata a casa, stando a quanto riferito dalla polizia, è rimasta in contatto con l'ex fidanzato, anche in virtù del suo stato interessante. Nei giorni scorsi il giovane, alla guida di un'auto nonostante non abbia la patente vista l'età, si sarebbe presentato dalla vittima obbligandola a salire nella vettura e, dopo averla portata in un luogo appartato, l'avrebbe picchiata con schiaffi, pugni e con un bastone, offendendola e urlandole che non le importava nulla della figlia che aspettava potesse morire. Riportata a casa, la ragazza è stata ricoverata in ospedale per gli accertamenti clinici dovuti al suo stato. 

In virtù di questi ripetuti episodi, per il minorenne, rintracciato nel territorio pisano, è scattata l'ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia e minaccia di morte l'ex fidanzata minorenne incinta, giovane in carcere

LivornoToday è in caricamento