rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Montecristo, riprese le operazioni di recupero del peschereccio affondato

Migliorate le condizioni del mare, il natante sarà fatto riemergere e rimorchiato fino a Portoferraio

Sono proseguite per tutta la giornata di venerdì e riprese questa mattina di domenica 23 giugno le operazioni di preparazione e messa in sicurezza del peschereccio Bora Bora che, la notte di mercoledì 12 giugno, era finito contro la scogliera dell'isola di Montecristo, in zona Cala Giunchitelli. Le condizioni del mare, troppo agitato sabato scorso, adesso permettono di eseguire il piano di recupero presentato dalla società armatrice che, come precisato dal comandante della capitaneria di porto di Portoferraio, Antoniono Petrillo, "è stato approvato dall'autorità marittima dopo una riunione di coordinamento e condivisione con l'Ente Parco Arcipelago toscano e il reparto carabinieri biodiversità di Follonica, enti gestori dell'isola di Montecristo".

peschereccio-2

Messo in sicurezza il peschereccio affondato e adagiato sulla poppa, con la sola prua rimasta fuori dall'acqua, la situazione viene costantemente monoitorata dalla motovedetta Cp 409 della Guardia costiera, dove è costituito il posto di comando e controllo della Direzione Marittima di Livorno, e da un mezzo della flotta antinquinamento del ministero dell'Ambiente. Nel frattempo è cambiato il porto di destinazione della barca che, dopo il recupero, sarà rimorchiata e scortata fino a Portoferraio, in un cantiere navale nel porto dell'isola d'Elba. Operazioni delicatissime per evitare la benché minima possibilità di contaminazione dell'area protetta dell'arcipelago toscano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montecristo, riprese le operazioni di recupero del peschereccio affondato

LivornoToday è in caricamento