rotate-mobile
Cronaca

Morì in discoteca a 19 anni, arrestato il presunto spacciatore: è accusato di aver venduto la droga alla giovane

L'operazione dei carabinieri di Livorno e Firenze: in manette un 28enne di origini tunisine che avrebbe ceduto ecstasy alla ragazza deceduta lo scorso ottobre dopo una serata in discoteca

È stato arrestato nella notte tra martedì e mercoledì 22 luglio il presunto spacciatore accusato di aver venduto la droga che, lo scorso 20 ottobre, uccise Erika Lucchesi, 19enne livornese trovata morta intorno alle 4 del mattino alla discoteca Jaiss di Sovigliana, nel comune di Vinci (Firenze). Le indagini della procura di Firenze hanno portato a individuare un 28enne di origini tunisine che i carabinieri dei Nuclei investigativi di Livorno e Firenze hanno rintracciato in un appartamento in zona stazione, a Livorno, dove è stato quindi arrestato con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e morte come conseguenza di altro delitto. L'uomo, che secondo le indagini avrebbe ceduto pasticche di ecstasy alla giovane livornese, è stato quindi condotto in carcere, alle Sughere di Livorno, come disposto dalla misura cautelare emessa dal gip di Firenze.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì in discoteca a 19 anni, arrestato il presunto spacciatore: è accusato di aver venduto la droga alla giovane

LivornoToday è in caricamento