Morte Morosini, il medico del Livorno Manlio Porcellini assolto dalle accuse di omicidio colposo

La sentenza della corte d'Appello di Perugia ribalta la condanna in primo grado del tribunale di Perugia, confermata dalla corte d'appello dell'Aquila e annullata dalla Cassazione. Assolti anche il medico del Pescara e quello del 118

La corte d'appello di Perugia ha assolto i medici Manlio Porcellini (Livorno), Ernesto Serafini (Pescara) e Vito Molfese (118) imputati per la morte di Piermario Morosini, lo sfortunato calciatore del Livorno che il 14 aprile del 2012 perse la vita dopo essersi accasciato in campo durante la partita giocata allo stadio Adriatico tra il Pescara e gli amaranto. Dopo essere stati condannati in primo grado per omicidio colposo dal tribunale di Pescara e in appello dalla corte d'appello dell'Aquila, la Cassazione aveva annullato la sentenza, disponendo il rinvio alla corte d'appello di Perugia per un nuovo giudizio. Nello specifico, il medico del 118, Vito Molfese, era stato condannato a un anno di reclusione, mentre a Porcellini e Serafini era stata inflitta la pena di un anno. Una sentenza ribaltata dalla corte d'appello umbra che ha assolto tutti e tre i medici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma in via Magenta, muore a 61 anni dopo aver accusato un malore al bar

  • Tragedia in via del Collegio, operaio muore a 55 anni cadendo da una scala

  • Via Montebello, violento scontro tra due scooter: quattro feriti

  • Mika, trovato il chitarrista livornese per il live al Pala Modigliani: "E giovedì visiterò la vostra città". Video

  • Mika cerca un chitarrista per il concerto a Livorno del 2 dicembre: come fare domanda

Torna su
LivornoToday è in caricamento