rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca

Morti sospette in ospedale, l'avvocato della Bonino: "Demoliremo le accuse"

L'arringa di Cesarina Barghini, legale della presunta infermiera killer: "Dimostreremo che Fausta non ci combina nulla"

Il primo marzo il pubblico ministero Massimo Mannucci ha chiesto l'ergastolo per Fausta Bonino, l'infermiera 57enne accusata dalla procura livornese di omicidio volontario plurimo per le morti sospette di dieci pazienti avvenute nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Piombino tra il 2014 e il 2015. La donna si è sempre professata innocente e lo ha ripetuto anche nalla giornata del 22 marzo uscendo dal tribunale di Livorno: "Andrà a finire bene" la sua unica dichiarazione. A parlare in sua difesa ci ha pensato l'avvocato Cesarina Barghini che non ha usato mezzi termini per descrivere come sta andando il processo: "Stiamo asfaltando la difesa - le sue prime parole - demolendo tutte le teorie del pm. Alla fine siamo sicuri che la verità verrà fuori e sarà che Fausta in tutta questa storia non ci combina nulla. Questo lavoro non sarebbe neanche troppo faticoso se non fosse che abbiamo a che fare con moltissime intercettazioni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sospette in ospedale, l'avvocato della Bonino: "Demoliremo le accuse"

LivornoToday è in caricamento