Cronaca

Tragedia in casa, muore a 11 anni per un colpo di pistola: indagano i carabinieri

Madre poliziotta e padre carabiniere, sarebbe stato il ragazzino a premere il grilletto dell'arma da fuoco presente nell'abitazione a Cascina. Il cordoglio del sindaco di Livorno, dove prestano servizio i genitori del bambino

Tragedia a Cascina, in provincia di Pisa, dove intorno alle 13.30 di sabato 22 maggio un bambino di 11 anni è morto in casa in seguito all'esplosione di un colpo di pistola che lo ha raggiunto alla testa. Secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stato lo stesso ragazzino a premere accidentalmente il grilletto dell'arma da fuoco, presumibilmente appartenente a uno dei due genitori, la madre poliziotta in sevizio nella Municipale di Livorno o il padre carabiniere sempre di stanza a Livorno. 

Immediata la richiesta dei soccorsi con il personale sanitario che purtroppo ha potuto soltanto constatare la morte del ragazzino. Sul posto, si è recato anche il pm Flavia Alemi della procura di Pisa per coordinare le indagini condotte dai carabinieri di Pontedera, mentre nel pomeriggio sono arrivati da Firenze i carabinieri della sezione investigazioni scientifiche che per svolgere i rilievi nell'abitazione.

In serata la nota di cordoglio del sindaco di Livorno, Luca Salvetti, e della comandante della Polizia municipale di Livorno, Annalisa Maritan: "Il sindaco Luca Salvetti e la comandante della Polizia municipale Annalisa Maritan - si legge nella nota -, insieme al Corpo della Polizia municipale di Livorno e a tutti i dipendenti comunali, si uniscono al dolore della collega della Polizia municipale e del marito, appartenente all'Arma dei carabinieri, ed esprimono il proprio cordoglio per la tragica perdita del loro unico figlio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in casa, muore a 11 anni per un colpo di pistola: indagano i carabinieri

LivornoToday è in caricamento