rotate-mobile
Lunedì, 27 Marzo 2023
Cronaca Magenta-Origine / Corso Amedeo

Tragedia in corso Amedeo, dipendente Asl trovato morto in casa a 48 anni: "Addio Bruno"

Nato nel 1974, Cantini lavorava da tempo allo sportello anagrafe del distretto di Salviano. Domani i funerali al cimitero dei Lupi

A chiamare i soccorsi sono stati la moglie e il figlio, ma purtroppo non c'è stato niente da fare. Asl in lutto per la tragica e improvvisa scomparsa di Bruno Cantini, 48 anni, da tempo dipendente dell'azienda sanitaria e impiegato allo sportello anagrafe del distretto di Salviano. I soccorritori della Misericordia di Livorno, avvisati dai familiari intorno alla mezzanotte, sono prontamente giunti in corso Amedeo, ma il medico non ha potuto far altro che constatare il decesso. 

Il dolore dei colleghi: "Una tragedia, era una persona semplice e dedita al lavoro"

L'Asl ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa del proprio dipendente, descritto dai colleghi come "semplice, leale, disponibile e dedito al lavoro". "Aver appreso della tragica e improvvisa scomparsa di Bruno -hanno fatto sapere i dipendenti Asl che lavoravano fianco a fianco con lui -, lascia tutti i colleghi del distretto Usl di Salviano attoniti ed estremamente addolorati per la perdita di una persona che con la sua semplicità, lealtà, disponibilità, dedizione al lavoro e modestia è stato d'esempio e supporto a tutti".

"Bruno - ha aggiunto Paola Chelli, direttore Uoc gestione Cup e front-office - è stato un operatore, con un'indubbia gentilezza e attenzione  ai cittadini che giornalmente si presentano allo sportello anagrafe, con una grande disponibilità nei confronti dei colleghi. Anche durante la recente emergenza Covid ha sempre confermato la sua disponibilità, una serena professionalità e una motivazione positiva al lavoro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in corso Amedeo, dipendente Asl trovato morto in casa a 48 anni: "Addio Bruno"

LivornoToday è in caricamento