rotate-mobile
Cronaca

Addio a Eugenio Cantone, cavaliere del lavoro ed ex magistrato della Misericordia: "Una vita spesa per gli altri"

Stroncato da un infarto, lascia l'adorata moglie, i figli e le amatissime nipotine. Il dolore della famiglia: "Si è sempre adoperato per chiunque avesse bisogno"

Tra meno di un mese avrebbe compiuto 75 anni, un compleanno che non potrà festeggiare a causa di un infarto che se l'è portato via. Eugenio Cantone si è spento domenica sera 10 dicembre lasciando nello sconforto l'adorata moglie Daniela, i figli Sheila e Federico e le tre amatissime nipotine Sofia, Ginevra e Lucrezia. "Soffriva della sindrome del cuore infranto o di Takotsubo - spiega la famiglia -, una forma improvvisa e acuta di insufficienza cardiaca manifestatasi dopo che gli è stata negata la possibilità di vedere due sue nipoti come conseguenza della separazione in corso del figlio".

Persona molto conosciuta a Livorno, Cantone era arrivato dalla Libia (era nativo di Tripoli) nel 1971. Marito devoto (sposato da 51 anni), padre esemplare, nonno amorevole, Eugenio ha lavorato una vita in banca dirigendo anche la filiale di Coteto di Banca Intesa e avviando quella di viale Ippolito Nievo. Nominato Cavaliere del Lavoro, Cantone si è speso molto pure nel mondo del volontariato, facendo parte dell'associazione nazionale carabinieri ed avendo dato via alla sezione livornese del Cisom (Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta), oltre ad essere stato magistrato della Misericordia. "Una persona a cui era impossibile non voler bene - dicono ancora i parenti - e che si è sempre speso tanto per gli altri: la famiglia in primis, ma anche di tutti coloro che avessero bisogno di lui".

La salma di Eugenio Cantone è esposta da ieri pomeriggio alla camera ardente del cimitero della Misericordia (ingresso da Viale Boccaccio): i funerali si terranno domani, mercoledì 13 dicembre, alle 10.30 alla Chiesa di San Jacopo in Acquaviva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Eugenio Cantone, cavaliere del lavoro ed ex magistrato della Misericordia: "Una vita spesa per gli altri"

LivornoToday è in caricamento