rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca La Scopaia / Via Inghilterra

Addio a Oberdan Morelli, ex portuale e dirigente sportivo: aveva 62 anni

Grande tifoso amaranto, è morto nella notte tra giovedì e venerdì 15 a causa di un malore improvviso nella sua casa alla Scopaia. È stata la moglie a dare l'allarme

È morto nella notte tra giovedì e venerdì, presumibilmente a causa di un malore improvviso che, purtroppo, non gli ha lasciato scampo. Il mondo del calcio giovanile livornese piange Oberdan Morelli, 62 anni, tifoso amaranto, dirigente sportivo della Portuale Livorno ed ex portuale. Il dramma si è consumato poco prima delle 8, nell'appartamento in cui l'uomo viveva insieme alla moglie Susanna, alla Scopaia, in via Inghilterra.

A nulla, purtroppo, sono valsi i tentativi dei soccorritori di salvargli la vita. Quando la moglie è andata a svegliarlo si è accorta subito che qualcosa non andava e ha chiamato l'ambulanza. Sul posto sono intervenute la Misericordia di Antignano e quella di Livorno con il medico del 118 il quale, dopo numerosi tentativi di rianimazione, non ha potuto far altro che constatare il decesso. 

Il messaggio della Portuale Livorno: "Noi ci siamo e ci saremo sempre"

Non appena la notizia si è diffusa in città sono apparse subito decine di messaggi da parte di molti amici e colleghi che hanno voluto stringersi attorno alla moglie di 'Obe', come in molti lo chiamavano, alla figlia e ai nipoti. Morelli infatti da tempo era dirigente sportivo nel settore giovanile della Portuale. Ed è stata la stessa società nel pomeriggio a ricordarlo: "Ora più che mai - ha scritto il club in un messaggio - tutti noi ci stringiamo intorno alle famiglie. Noi ci siamo e ci saremo sempre". Pensionato, ex portuale, era sposato dal 1983 e proprio pochi giorni fa aveva festeggiato 39 anni di matrimonio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Oberdan Morelli, ex portuale e dirigente sportivo: aveva 62 anni

LivornoToday è in caricamento