rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca San Jacopo / Via Carlo Meyer

Giotto Bizzarrini, agli Hangar Creativi di via Meyer in mostra il genio dell'ingegnere livornese delle Supercar

Si svolgerà da venerdì 14 a domenica 16 ottobre: conferenze, approfondimenti, esposizioni di pezzi storici e presentazione di libri

Tre giorni interamente dedicati al genio di Giotto Bizzarrini, livornese doc. Mostre, approfondimenti, esposizione di pezzi storici e presentazioni di libri sull'ingegnere labronico che si è contraddistinto nel mondo per il suo talento nella progettazione e creazione delle Supercar. L’evento, organizzato dall’associazione culturale Riki, è realizzato in compartecipazione con il Comune di Livorno, con la collaborazione della Fondazione Teatro Goldoni e con il sostegno dell’Associazione React e del Rotary Club Castiglioncello e Colline Pisano Livornesi. La Direzione Artistica è curata da Riccardo Della Ragione mentre la Direzione Tecnica è stata affidata a Raffaele Rossi.

Un'idea nata nell’autunno del 2021, contemporaneamente alla proposta di premiazione organizzata durante il Festival 'Livorno al Centro'. Proprio qualche mese fa, peraltro, Giotto Bizzarrini è stato premiato con la medaglia d’oro dei talenti livornesi dall’assessore alla Cultura Simone Lenzi. "Quando abbiamo consegnato nelle mani di Giotto il premio, – spiega Riccardo Della Ragione direttore artistico dell’evento – abbiamo tutti condiviso un senso di riscatto, non certo per il valore della medaglia in se ma perché sentivamo che finalmente la città di Livorno rendeva merito ad uno dei suoi migliori talenti, un genio ed uno strenuo lavoratore che, senza perdere il suo carattere livornese, ci aveva rappresentanti in tutto il mondo. Durante queste tre giornate riusciremo a far conoscere a tutti la bellezza e lo spirito che ha animato il lungo percorso dell’ingegner Bizzarrini".

La mostra, tra macchine storiche in esposizione e personaggi importanti dell'automobilismo nazionale

Tre giorni di eventi, che si apriranno venerdì 14 alle 17 con la cerimonia inaugurale e si concluderanno domenica 16. Il tutto per andare alla scoperta del genio delle Supercar, che dopo aver lavorato in Alfa Romeo e Ferrari, ha fondato nel 1964 la Prototipi Bizzarrini arrivando a produrre una delle più belle, potenti e veloci Gt italiane degli anni '60: la Bizzarrini 5300 Gt Strada, capace di toccare i 280 km/h.

Le tre giornate saranno ricche di iniziative e di personaggi importanti dell’automobilismo nazionale. La scelta delle auto storiche in esposizione è stata supervisionata da Stefano Volpi, tecnico meccanico della Bizzarrini Livorno nonché Commissario Asi e Fiva tra i più quotati.
Oltre alla mostra che narra la storia di Giotto Bizzarrini, mediante inedite fotografie selezionate per i pannelli espositivi curati dal direttore tecnico Raffaele Rossi, sarà possibile ammirare i Disegni Racing Art dell’Artista Marco Collini. Pietro Bizzarrni (figlio di Giottto) ha curato l’organizzazione di una intera zona degli Hangar dedicata al 'dietro le quinte', mentre le conferenze vedranno la presenza dello staff al completo della storica Bizzarrini Livorno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giotto Bizzarrini, agli Hangar Creativi di via Meyer in mostra il genio dell'ingegnere livornese delle Supercar

LivornoToday è in caricamento